venerdì 26 marzo 2010

«RAIPERUNANOTTE» * MORGAN BULIMICO ANNASPA E FA TENEREZZA

Il trionfo annunciato di «Rai per una notte» (con ciò che resta di Antonello Venditti, un tipo da bosco e da riviera che ormai fa l’ammiccante ospite bipartisan: la settimana prima da Maria De Filippi e quella dopo alla corte di Michele Santoro) ha evidenziato soprattutto la preoccupante deriva allucinogena di Marco Morgan Castoldi. Confuso, fischiato da una parte della platea, apparentemente sotto l’effetto di qualche bicchiere di troppo di bonarda dell’Oltrepò Pavese (per essere teneri), il guru di «X-Factor» annaspava, senza voce, cercando di dare una parvenza colta a un evidente stato di confusione mentale. Un vorrei ma non posso reso ancora più straziante dalla recente operazione alle corde vocali, che avrebbe dovuto indurlo a restare ancora per un po’ lontano dal palcoscenico. Invece Morgan non solo ha cantato e suonato (ottima l’esecuzione al piano di «Alta Marea») ma ha risposto insultando, si è avventurato in citazioni dantesche il cui nesso è sfuggito ai più. È imploso dialetticamente, vittima dell’ansia di esserci. Della voglia di non farsi mancare quell’occasione importante di visibilità. Una bulimia (ben diversa da quella di Daniele Luttazzi, genio e volgarità al servizio della causa) che avrebbe potuto tranquillamente evitare. Per il suo bene. Ma evidentemente Morgan continua a non volersi troppo bene. E comincia a fare tenerezza.

2 commenti:

Paolo Topa ha detto...

Condivido qusi tutto, a parte l'esecuzione al piano...
Leggi qui il mio intervento:

www.iomicaricodirabbia.blogspot.com

INFORMARMY.com ha detto...

La presenza di Morgan e' stata penosa. E pensare che ha un figlio... chissa' cosa gli insegna....
certo la colpa sara' dei geniori ma il figlio pagherà le loro colpe.
Crescerà con un sacco di problematiche emotive, esistenziali, di educazione è il figlio e non i due storditi che non capiscono più niente.
La natura dovrebbe evitare la riproduzione tra stupidi....:-) Certo è che la popolazione mondiale sarebbe drasticamente inferiore.:-)
Superato questo falso problema,

Passiamo a santoro e travaglio che fanno il loro lavoro si. Ma santoro è troppo di parte, ha un potere mediatico supportato da importanti nomi sennò mica lavorerebbe in rai. Poi è fazioso e quindi diventa lo sfogo televisivo di tutti coloro che sono antiberlusconiani e frustrati.
Travaglio invece è più pacato e da addosso un pò a tutti. E lui soddisfa moralmente coloro che non ne possono più di buoni a nulla nella politica.
In questo modo costoro (credo in parte involontariamente ma gestiti dall'alto) evitano che gli incazzati veri scendano in piazza con delle spranghe!
Chi c'è a monte di tutto ciò? Coloro che non vengono citati da santoro, travaglio e dal grillo degli ultimi anni (probabilmente l'hanno minacciato di morte): le banche importanti (unicredit, intesa, carige ma soprattutto jpmorgan, morgan stanley, etc.), le grandi aziende chimico-farmaceutiche e petrolifere che sono principali azioniste/proprietarie dei mass media (tv e giornali) e che di conseguenza possono influire su tutta la vita dei cittadini.
I politici di conseguenza sono al servizio delle aziende e delle banche perché se le banche smettono di elargire prestiti le aziende chiudono ed i politici sono così ai ferri corti.
Così si spiega perché vengano gestiti dall'alto questi equilibri tra politica ed economia. Per far guadagnare i grossi imprenditori e far impoverire i cittadini che litigano davanti ad uno show televisivo studiato ad hoc.


Paolo

http://www.informarmy.com
http://paolomarmiroli.blogspot.com

Video da non perdere

Loading...

Post più popolari

Lettori