sabato 27 marzo 2010

ROSSELLA BRESCIA * MAGRA, IN TV, CON LA CICCIA DEGLI ALTRI

Fare i magri, in tv, con la ciccia degli altri? Si può. È il delicato compito di Rossella Brescia (nella foto), che per una sera passa da conduttrice formato cabaret a tele-psicologa di complemento a uso delle taglie forti in uno speciale di Italia 1 intitolato appunto «Ciccia è bella». Protagoniste del format francese («Belle Toute Nue», curato da Fatma Ruffini), sono tre italianissime ragazze oversize che faticano ad accettarsi.



Rossella, lanciando il programma parlate di «esperimento sociale». Che cosa significa?
«C’è un progetto ambizioso: ridare autostima alle donne che l’hanno persa per colpa di qualche chilo in più. Per piacersi. Ma senza ricorrere alla chirurgia estetica o a diete stressanti».


Troppo facile parlare quando si è belle come lei, non trova?
«Figurarsi: conosco magre che si detestano, si inventano problemi. Bisogna far cambiare idea a queste ragazze bombardate da modelli sbagliati».


Colpa della tv, soprattutto. Che ora si inventa l’antidoto...
«Della tv, della moda… È un momento storico infelice. Ci siamo detti: perché queste ragazze piacevoli, col carattere meraviglioso, faticano a piacersi e a piacere?».


Già, perché?
«A volte piccoli accorgimenti aiutano. Se ti vesti sempre da maschiaccio, mortificando le tue forme, non va bene».


Lei ha complessi?
«Il naso a patata».


Non ce l’ha, via...
«Lo vede? Molto dipende dal rapporto che hai con lo specchio. E da ragazza mi sentivo formosetta».


Oggi forse è persino troppo magra.
«Per forza, è l’allenamento continuo: sto portando nei teatri “Carmen”, il mio balletto».


Mai fatto ritocchi chirurgici?
«Sono 100% naturale, come il tonno».


Quello che si taglia con un grissino. Anche lei?
«È molto difficile spezzarmi».


Eppure l’hanno beccata quelli di «Striscia la notizia» in «Fatti e rifatti»...
«Sì, ma ripeto: mai stata dal chirurgo. Hanno messo a confronto foto di quand’ero struccata e truccata, giocandoci su».


Il segreto per piacersi?
«Il problema lo devi risolvere tu, nella tua testa».


Dopo sei anni, è stanca di «Colorado»?
«No, è una famiglia. Ma sogno un salotto molto informale, dove intervisto gli ospiti ».


Vorrebbe «Verissimo»?
«Vorrei “Victor Victoria”».

(TV SORRISI E CANZONI - DICEMBRE 2009)

Nessun commento:

Video da non perdere

Loading...

Post più popolari

Lettori