sabato 29 maggio 2010

IL NAVIGATORE SATELLITARE CRAKKATO DA UN HACKER

Un'amica romana mi racconta una strana storia vera vissuta in prima persona. Viaggiando con la propria auto nuova sul raccordo anulare, si è trovata a dover far fronte ad alcuni messaggi terroristici provenienti dal proprio navigatore satellitare (tacerò la marca). Un modello collegato alla centrale tramite una sorta di sim card inserita nell'apparecchio. Il primo l'ha lasciata di sasso: "Attenzione: attacco aereo in corso". Non era la voce guida dell'anonima signorina a pronunciarlo, ma compariva sul display lampeggiando sopra la mappa stradale. Credendo di subire l'inteferenza "di una base militare", l'amica si è preoccupata ma ha evitato di segnalare il fatto. Che si è ripetuto. Nonostante il marito le desse continuamente della pazza e minacciasse ricovero urgente e opportuno TSO. In una terza occasione, poco tempo dopo, ancora problemi. Stavolta il messaggio era: "Attenzione: sparatoria su entrambe le corsie". Mancavano soltanto riferimenti a Cosa Nostra e al Jack Bauer di 24. A questo punto era evidente che si trattava di uno scherzo ben orchestrato da qualcuno. Il marito stesso dell'amica se ne è reso conto in prima persona quando si è trovato a guidare l'auto di famiglia. Contattata l'assistenza del navigatore satellitare, il centralinistra riferiva di "altre segnalazioni avute da alcuni clienti a questo proposito". E parlava di un hacker burlone (per fortuna niente di peggio) inseritosi nel sistema.
Già, ma com'è potuto accadere tutto questo?

Nessun commento:

Video da non perdere

Loading...

Post più popolari

Lettori