venerdì 25 giugno 2010

FORMENTERA * MIGLIORI RISTORANTI - MEJORES RESTAURANTES - BEST RESTAURANTS - MEILLEURS RESTAURANTS - BESTEN RESTAURANTS - Лучшие рестораны

Se a Formentera non volete sbagliare mettendo le gambe sotto il tavolo, ecco alcune dritte imperdibili. Una garanzia è il ristorante «La Pequeña Isla» (sono gli stessi titolari del Vogamari), nel cuore della località Pilar de la Mola, vicino al mercatino hippie che si tiene la domenica e il mercoledì dalle 17 alle 21. Da non perdere il Pescado escabeche, dadoni di tonno marinato, l'arroz nigro, ovvero il celebrato riso al nero di seppia (almeno per due persone), e soprattutto il Bogavante frito, impagabile astice agli aromi e verdure, servito in terrina. Col vino siamo fra i 50 e i 60 euro, ma ne vale decisamente la pena.
Attorno chilometro 8 della strada principale, a pranzo, si può fare una capatina al «Real Playa», per gustare i gambas a la plancha, i celebrati gamberoni alla piastra. Il prezzo è abbordabile, ma il pulpo a la gallega mi è piaciuto meno. 
Pesce e carne ben curate anche all'inizio del lungomare di Es Pujols, al panoramico «S'Avaradero». Molta cortesia e forma, anche se poi al dolce mancava la crema catalana. Si sta un po' troppo in vetrina, ma è valido e i prezzi sono meno cari del previsto. Stesso discorso al vicino e più riparato (si arriva attraverso una passerella di legno) «Chez Gerdi», un tempo chiringuito sulla spiaggia e oggi ristorante da 300 coperti di proprietà di Carlo Sama insieme con altri soci. Dalla pizza al pescato fresco, passando per calamari saltati, carpaccio di polpo, sarda en saor (marinata) in un locale che non di rado è frequentato da vip nostrani e che di notte, grazie alla buona illuminazione, può risultare magico.
La panoramica si chiude con l'elegante «Can Carlos», un altro must. Si trova a San Francesc, il capoluogo, all'imbocco della strada che porta a Cala Sahona. Il piatto di Pata negra è impagabile, certo, ma se volete risparmiare qualche euro senza rinunciare alla qualità (anzi) conviene provare il Cecina leon, burrosissimo affettato che sta fra il prosciutto e la coppa. Costa 25 euro, ma come secondo non va perso il Tataki atun, delicatissimo tonno con misticanze per il quale probabilmente mi ringrazierete in eterno per la segnalazione.

Nessun commento:

Video da non perdere

Loading...

Post più popolari

Lettori