venerdì 13 agosto 2010

PIPPO BAUDO * TUTTO SUL RE DEI CONDUTTORI (PUNTO PER PUNTO)

NOMI
Ne ha ben tre: Giuseppe Raimondo Vittorio.

IL DEBUTTO
A sei anni, a teatro, nel ruolo del figlio di Santa Rita.

ZIA ROSA
La sua prima compagna di giochi. A carnevale si vestiva da uomo, lo prendeva per mano e uscivano a fare baldoria.

BELGIORNO
Attenzione, non Bongiorno. È il nome del principe che impersonò nel suo primo, vero spettacolo, l’operetta «Fioralba», interpretata al suo paese, Militello Val di Catania, nell’agosto 1946.

PRESENTATORE
La sua prima conduzione risale al 1960. È il programma «La guida degli emigranti».

LIBRI CALDI
A «Domenica in» (dal 1979) quando inventò la promozione di un libro con l’autore ospite in studio, nei giorni successivi quel titolo vendeva dalle 20 alle 60 mila copie in più. In ambito editoriale era temuto e osannato.

DURAN DURAN
Tramò per tirarli giù dal letto, in piena notte, a Sanremo ‘85. Sua figlia Tiziana, fan scatenata di Simon Le Bon, pretendeva di conoscere i rockettari del momento, superospiti al Festival. Per arrivare nella stanza del suo idolo si travestì da cameriera. Carràmba, che sorpresa! Il «gancio», chiaro, era papà.

CARATTERE
Chi lo conosce bene, lo descrive come la tipica personalità «bipolare», che passa da momenti di malinconia (durante i quali è mitissimo e arrendevole) ad altri di inarrestabile esaltazione. Durante i primi, smette di tingersi i capelli; nei secondi, rimette mano alla tintura.

PENSIONE HELIOS
Il suo primo rifugio quando si trasferì dalla Sicilia a Roma. Pagava 50.000 lire al mese.

LITIGI
Tra i personaggi con i quali ha avuto litigi o polemiche memorabili ci sono l’ex presidente Rai Enrico Manca, Vittorio Sgarbi, Alba Parietti, Iva Zanicchi e Zucchero.

RENATO ZERO
Per due-tre anni, verso la metà degli Anni 80, non si è mai capito bene perché, non voleva saperne  di invitarlo in trasmissione.

12.000 EURO
Dal momento della separazione da Katia Ricciarelli sino alla quantificazione del suo patrimomonio (sul quale si favoleggia), li ha corrisposti mensilmente a titolo provvisorio all’ex moglie.

CITTADINO ONORARIO
Nonostante sia quasi patrono di Sanremo, nel 2002 è stata la cittadina di Sori, in provincia di Genova, a rendergli merito.

MANAGER RADIOFONICA
È il lavoro attuale della 37enne figlia Tiziana (avuta da Angela Lippi), che in passato ha transitato nella discografia.

GLI AMORI
Con Angela Lippi si è sposato nel 1970. La loro unione è durata quattro anni. Poi è stato legato alle attrici Adriana Russo (dal 1981 all’82) e Alida Chelli, dall’82 all’85. Il matrimonio con Katia Ricciarelli è durato dall’86 al 2004.

IL FIGLIO SEGRETO
È il musicista Alessandro Formosa, nato nel 1962 da una relazione con Mirella Adinolfi, e vive in Australia. L’ha riconosciuto il 23 febbraio 2000 dopo un test del Dna.

BONOLIS
I due non si sopportano granché. La ruggine risale al dietro le quinte di Sanremo 2004: Bonolis conduceva; Pippo avrebbe dovuto essere direttore artistico, ma alla fine rinunciò. Convivenza impossibile.

1968
L’anno del suo primo Sanremo. Lo condusse con Luisa Rivelli, soffiandolo a Mike.

ARMSTRONG
Al suo debutto sanremese si fece notare strappando la tromba di mano a Louis Armstrong, che - finito il suo brano in gara - preso dall’entusiasmo voleva suonarne un altro.

PENSIONATO
È ufficialmente in pensione da sette anni: l’Enpals (ente di previdenza dei lavoratori dello spettacolo) gli versa 2.100 euro al mese.

FORNELLI
Nell’attico che ha in pieno centro a Roma c’è una signora che cucina per lui da 30 anni.

SEGRETARIA
La sua storica e inseparabile, Dina Minna, fu uno dei grandi motivi di gelosia per Katia. In Rai la chiamano «Bau-Dina».

TIMIDEZZA
Può andare in onda in mondovisione senza fare una piega, ma fra i suoi incredibili pudori c’è quello di non riuscire a provarsi un vestito mentre qualcuno lo guarda.

WALTER CHIARI
È il personaggio dello spettacolo che l’ha più colpito per bellezza, cultura, ricerca lessicale e comicità.

SARDEGNA
In estate, da 18 anni, si trasferisce in una casa costruita nelle rocce di granito in località Torre delle Stelle, a 20 chilometri da Cagliari. Tutto intorno, ginepri, oleandri e lentischio.

IL PALAZZACCIO
Quando nel 1988, pentito, lasciò all’improvviso Mediaset, dovette pagare una forte penale, cedendo alla controparte un intero stabile all’Aventino, a Roma. Da allora nell’ambiente viene chiamato «Palazzo Baudo».

«MY WAY»
È la sua canzone preferita e l’ha vista nascere, all’epoca di «Settevoci» (‘66). Claude François gliela fece sentire, e Paul Anka la cantò.

SENSO DI COLPA
Ha molte proprietà (terreni, agrumeti, ecc.), ma la sua mania è investire in immobili. Ritiene che ciò sia frutto di un senso di colpa per compensare il fatto che - da piccolo - mamma Innocenza fu costretta a vendere casa per mantenerlo.

AVE NINCHI
Pensa sia la donna con maggior senso dell’umorismo che abbia conosciuto.

IL PADRINO
È stato padrino al battesimo di Rebecca, figlia di Heather Parisi. 

ATTENTATO
Nel 1991 un’ala della sua villa a Santa Tecla, in Sicilia, fu fatta saltare in aria con 20 chili di dinamite.

DONNE
Da sempre, gli fanno paura. Non prende mai l’iniziativa se non ha chiari segnali di via libera.

IRENE GRANDI
Si è amaramente pentito di avere bocciato la sua «Bruci la città» alla scorsa edizione del Festival.

MISURE
Alto 1,88 cm, ne ha 54 di circonferenza cranica. Le gambe sono lunghe 104 cm., le braccia 70 e le spalle 49. Calza il 45.

CAPELLI
In un’intervista ha svelato tutto sulla sua celeberrima capigliatura. Iniziò a perdere i capelli a 24 anni. Ha portato il parrucchino dal 1970 al ‘72. Tentò poi il trapianto di quelli sintetici, con fastidiose crisi di rigetto, e infine passò all’autotrapianto microchirurgico, risolutivo. Cinque interventi in due anni. Gli sono stati innestati sul capo 4000 capelli prelevati di lato.

PASTI
Adora mangiare: spaghetti alle vongole o pomodoro e basilico; manzo alla brace, spigola bollita, carciofi alla giudea, filetti di baccalà, fiori di zucca, fritto di paranza, misto frutti di bosco, cannoli. Nel bicchiere, vino bianco secco.

AMICI
I suoi più cari sono quattro: il giornalista Micio Tempio, il cugino Filippo Fascetta e due medici: Sergio Di Giacomo e Giuseppe Rosati.

TELECAMERE

Racconta ancora di quando, per curare le sue corde vocali malate, gli misero, ironia della sorte, una telecamera anche in gola.

LAUREA
La sera prima di laurearsi in Giurisprudenza presentò una selezione di Miss Italia a Erice. Per essere in tempo a Palermo la mattina dopo viaggiò di notte, su un carretto della frutta, disteso tra arance e verdura.

SE TI ALZI NON VALE
Ai tempi di «Domenica in», l’edizione del Tg1 in onda poco prima dell’inizio del programma tentò di soffiargli il superospite Julio Iglesias. La sua redazione aveva fatto di tutto per averlo, corteggiandolo per mesi, fra Miami e le Bahamas. Pippo lo seppe e avvisò Julio, che - già seduto davanti al giornalista - salutò e se ne andò.

SPORT
In gioventù ha giocato a calcio ed è stato persino alzatore a pallavolo. Tifa Juventus e Catania.

MOONLIGHT
È il nome dell’orchestra con la quale, nel 1959, in veste di pianista e cantante, si è visto per la prima volta in tv.

ASPIRAZIONI
Avrebbe voluto diventare direttore d’orchestra e attore teatrale.

TENTATO «SCIPPO»
Fra le tante richieste ufficiali che negli anni ha ricevuto a proposito di Sanremo, ce n’è una di «trasferimento della manifestazione» da parte del Principato di Monaco.

LA PROFEZIA
Esiliato dalla Rai, Biagio Agnes lo richiamò in azienda dopo che un’anziana signora, incontrata al cimitero, gli disse: «Biagio, tu a’ da fa turnà Pippo, altrimenti muori».

VITE PARALLELE
Se non avesse fatto tv, dice che sarebbe diventato avvocato civilista.

ATTORE
Ha recitato in tre film: «Il suo nome è donna rosa» (‘69), «W le donne» (‘70) e «Sono un fenomeno paranormale» (‘85).

CAMEI TV
Nel 1990 ha interpretato, in costume, il padre di Lucia ne «I promessi sposi» del trio Lopez-Marchesini-Solenghi, su Raiuno.

CRISI
A Sanremo, nel 1984, deve far fronte alla prima crisi in diretta: una protesta degli operai dell’Italsider, che ospita sul palco.

COLPI BASSI
Quelli che gli assestano Roberto Benigni e Fiorello a Sanremo 2002. Lui se la ride. L’anno dopo sarà baciato dalla Littizzetto.

(TV SORRISI E CANZONI - FEBBRAIO 2008)

Nessun commento:

Video da non perdere

Loading...

Post più popolari

Lettori