martedì 28 settembre 2010

MUSICAL * FUGA DA «MAMMA MIA!»: «È DI UNA NOIA MORTALE»

Il grido d'allarme viene da parecchi addetti ai lavori che hanno assistito alla prima di «Mamma mia!», il musical con Chiara Noschese in scena a Milano e liberamente tratto dall'omonimo film, che raccoglie l'opera omnia degli Abba. «È di una noia mortale», dice a mezza bocca un critico qualificato. E nonostante il lavoro di adattamento sia stato curato dall'ex Pooh Stefano D'orazio (che non ha mai lavorato tanto da quando ha teoricamente smesso di lavorare), molti lamentano «l'estrema difficoltà o l'impossibilità» di tradurre in italiano quelle celebri canzoni.

4 commenti:

Guido ha detto...

La sua nota è degna di una risposta! a parte l'infelice battuta nei confronti di un uomo quale il D'Orazio che io personalmente ho apprezzato nella scelta di rimettersi in gioco nonostante la musica dei pooh e lo zoccolo duro dei fan sia intramontabile, ma non mi trova assolutamente d'accordo con la MAGGIOR parte della gente che era li ad assistere alla prima di un grande Musical, sicuramente ci sono stati dei lati un tantino negativi a mio giudizio, come la scelta del cast maschile, ma per il resto la Noschese & c. sono davvero strepitose. Ho trovato i testi tradotti in italiano assolutamente adatti anche a livello di metrica (un lavoro decisamente molto complicato) e con un grande trasporto ed energia l'ex pooh è riuscito a dare la stessa carica di energia che contraddistingue i successi degli Abba!! sono andato a NY recentemente e l'ho visto lì, ci siamo alzati alla fine del primo tempo... faccia lei!!

Anonimo ha detto...

sono assolutamaente d'accordo con Guido. Poteva solo sprmere il suo commento negativo sul Musical invece di sparare a zero sulle scelte di vita di una persona, a me personalmente piace più Stefano D'Orazio come autore che come Pooh (non sono una loro fan) ho visto il debutto del Musical scritto da lui "Aladin" alla versiliana e sono sicura che sarà un grandissimo successo! complimenti a D'Orazio per tutti i lavori che ci regalerà..andrò a vedere presto Mamma mia perchè mi rendo conto che il giudizio degli addetti ai lavori è quasi sempre totalmente diverso dal pubblico... saremo tutti ignoranti!!! ma siamo noi che decretiamo il successo. Barbara

FRANCO BAGNASCO ha detto...

Massima stima per Stefano D'Orazio, e nessun attacco personale, che peraltro non è rintracciabile nel mio scritto. Ho riferito che alcuni addetti ai lavori che hanno visto la prima, me ne hanno parlato in questi termini, cioè decisamente male. E lo confermo. Poi i gusti, come si sa, sono gusti...

Anonimo ha detto...

Resta comunque il fatto che fare musical non è ancora un'arte in cui gli italiani eccellono! Il made in Italy artistico esporta prodotti di grande spessore in tutto il mondo, eppure, da un pò di anni, ci ostiniamo a voler far nostro ciò che non ci appartiene, spesso in modo infelice, vedi Mamma mia. Colpe a nessuno nello specifico, ma non andiamo però ad elogiare, privi di senso critico obiettivo e talvolta di cognizione di causa, chi tenta di lavorare col musical in modo ancora zoppicante :-)

Video da non perdere

Loading...

Post più popolari

Lettori