lunedì 8 novembre 2010

BENIGNI BATTE SAVIANO NELLA PRIMA PUNTATA DI "VIENI VIA CON ME"


Roberto Saviano rifonda la Giovine Italia, dice no al Federalismo sbugiardando la Lega (che a suo dire si appropria delle idee di Carlo Cattaneo e le deforma), e torna su un copione in parte già visto - proprio a "Che tempo che fa" - ma di sicuro effetto: gli strali contro la macchina mediatica del fango ormai attiva stabilmente in Italia, e l'apologia di Giovanni Falcone, che a suo tempo quel fango, prima di morire ammazzato, dovette subire.
La prima puntata di "Vieni via con me", con Fabio Fazio a fare da collante - in cucina lo si chiamerebbe esaltatore di sapidità - è stata però grande soprattutto grazie a un immenso Roberto Benigni, che non ha mancato di sottolineare più volte con sarcasmo la gratuità della sua partecipazione. Il toscanaccio si è prodotto in un lungo monologo ben scritto su Ruby e dintorni, ma è stato soprattutto il pezzo cantato dedicato alla fotografia dell'impero di Silvio a meritare un posto nella storia della nostra tv e forse del nostro Paese.
Qualche piccola caduta di tono col pretesto del copione: un maxi-spot gratuito a Niki Vendola - gay non per meriti propri - e un elenco di demagogici luoghi comuni elencati da Fazio e Saviano in un lezioso botta e risposta sui motivi per restare o andarsene dall'Italia.
Lo stile è lo stesso di "Quelli che..." di Enzo Jannacci. Ovvero niente di nuovo sotto il cielo di Fabietto.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Egregio Dottor Bagnasco,
personalmente ho trovato gradevole lo scambio tra Saviano e Fazio sui motivi per andarsene o restare in Italia...perchè trova che si tratti solo di luoghi comuni?tutto sommato,ogni giovane si chiede almeno una volta alla settimana se valga la pena restare o andarsene da questo Paese pieno di contraddizioni...
La saluto cordialmente
una sua devota lettrice

FRANCO BAGNASCO ha detto...

cara devota lettrice (mi accontenterei della fedeltà, per la cronaca), lo scambio era forse gradevole, ma a mio avviso piuttosto qualunquistico. parere personale, naturalmente.
un affettuoso saluto.

Video da non perdere

Loading...

Post più popolari

Lettori