martedì 18 gennaio 2011

BALBUZIE * CINQUE TRUCCHI PER CURARLA AL MEGLIO

Quando si parla con una persona balbuziente, non bisogna sentirsi a disagio. Il primo errore da non commettere, è quello di ultimare al suo posto la parola che sta faticosamente cercando di pronunciare. Ciò aumenta il suo senso di frustrazione: se si sta impegnando per riuscire, infatti, vuole riuscirci senza aiuti.
 
 Se si deve parlare in pubblico, per ridurre l’incidenza della balbuzie, in molti casi (ma non in tutti), è utile leggere più e più volte lo stesso testo, sino quasi a impararlo a memoria. Ciò - in linea di massima - aumenta la propria sicurezza.

Uno tra gli scogli maggiori per chi balbetta, è il telefono, considerato oggetto tabù: parlare senza vedere l’interlocutore fa crescere l’ansia per i propri silenzi. Un consiglio è quello di distrarsi facendo un piccolo disegno o scarabocchiando un foglio durante la conversazione. L’attenzione si sposta così leggermente dall’ossessivo problema della difficoltà di comunicare.

Uno tra gli esercizi più semplici consigliati (da approfondire in seconda battuta con un logopedista) è quello di leggere un testo fino in fondo senza curarsi della punteggiatura.

Dimenticate calcio e soprattutto nuoto, forse più popolari ma troppo «solitari». Lo sport migliore da praticare per chi balbetta, caldamente consigliato dagli esperti, è il rugby.

(SORRISI SALUTE! - NOVEMBRE 2010)

Nessun commento:

Video da non perdere

Loading...

Post più popolari

Lettori