venerdì 30 settembre 2011

GUIDO PRUSSIA * CONDANNATO DAL TRIBUNALE, NON PAGA IL SUO DEBITO

Ricordate Guido Prussia? Massì, quello di «Hotel California», il programma in onda su Italia 1 alla fine degli Anni 90. Nel maggio scorso anche il quotidiano Libero ha parlato di lui come ex venditore di mutande.
Nel 1998, in un articolo scritto per il Giornale, definii Prussia un personaggio che a mio avviso aveva televisivamente «l'appeal del playboy di Cesenatico». Il conduttore abituato a viaggiare per gli States a quanto pare se la prese parecchio e su un suo sito oggi irrintracciabile, Hotelcalifornianews.com, scrisse un pezzo a me dedicato intitolato «Musica maestro». Quello scritto conteneva molte espressioni che ritenni a dir poco insultanti nei miei confronti. Decisi quindi di querelarlo.
Dopo tutto il lungo iter processuale, durante il quale Prussia risultò contumace, il Tribunale di Milano, prima sezione civile, nella persona del giudice Domenico Bonaretti, depositò (il 15 marzo 2004) una sentenza esecutiva di condanna nei confronti di Prussia con risarcimento danni da diffamazione. 4.000 euro, più il rimborso delle spese legali, che ammontavano a 2.784,92 euro. Un totale di 6.784,92 euro. Cifra - oggi va ricalcolata esattamente «con gli interessi legali dalla sentenza al saldo», ma siamo attorno agli 8000 euro - che da allora Guido Prussia non ha mai ritenuto di pagare. Vi terrò periodicamente informati sugli sviluppi di questa che storia che mi vede coinvolto direttamente.

(NELLA FOTO, TRATTA DAL SITO IVID.IT, GUIDO PRUSSIA)

Nessun commento:

Video da non perdere

Loading...

Post più popolari

Lettori