martedì 31 luglio 2012

VACANZE * 10 REGOLE PER LE FERIE SENZA STRESS

Ferie senza stress. Ecco 10 regole scritte da Roberto Re, esperto di sviluppo personale, self help, di leadership personale, di autorealizzazione e di autostima   

1.           MAI ANTICIPARE UN PROBLEMA. Non preoccuparti per le piccole cose che normalmente devi organizzare per la partenza e non agitarti al pensiero di ciò che potrebbe accadere sul posto, anticipando un eventuale problema.

2.           LE PICCOLE COSE, RESTINO PICCOLE. Non pensare a cose negative del tipo: «E se dimentico questo?», «E se faccio tardi e perdo l’aereo?». Focalizzarsi su cose di piccole entità le rende grandi e ce le fa apparire come difficilmente risolvibili. Evita quindi di proiettare la tua mente su quello che potenzialmente può accadere di negativo.

3.           PARTI PERCHÉ LO VUOI. Vivi la vacanza per quella che è. Non è lavoro! Non è un «devo». Pensa che se stai andando in vacanza, è perché ci vuoi andare.

4.           NON È UNA COSA SCONTATA. Ricorda la fortuna che hai e non dare per scontato che andare in vacanza sia una cosa che fanno tutti.

5.           IL CONTROLLO & LA VALIGIA. Spesso la preparazione della valigia rappresenta una forte fonte di ansia. Questo atteggiamento è tipico della mania di controllo che molte persone hanno costantemente. Una persona che tende a fare il bagaglio portandosi appresso 100 mila cose, lo fa perché crede in questo modo di gestire il controllo e quindi dimostra mancanza di sicurezza. Spesso quello che hai qui puoi comprarlo anche nel posto dove vai.

6.           TIENI PRONTO IL PIANO B. È utile essere organizzati e gestire una sorta di tabella di marcia per evitare il traffico ed evitare ritardi scaturiti dal periodo di affollamento delle partenze. Il terrore di perdere il treno è diverso dal prevedere un imprevisto di qualsiasi natura che ce lo faccia perdere. Se proprio non riesci a vincere questa paura, allora pensa già al piano b, qualora dovesse sopraggiungere un inconveniente del genere.

7.           EVITA IL CONDIZIONAMENTO. Non ti far condizionare da quello che dicono gli altri. Come l’amico che è andato dove stai per andare tu, e ti dice che cosa devi fare esattamente per evitare problemi, creando in te ulteriore ansia. Mai sentire le personali opinioni, perchè corrispondono al modo in cui gli altri vivono le proprie esperienze. D’accordo informarsi bene sul posto in cui si va, ma mai assorbire inutili preoccupazioni altrui. Esempio: «Ma sei matto, vai in Brasile e ti porti il rolex?».

8.           NON PORTARTI GLI SPAGHETTI. Impara a sperimentare e a conoscere totalmente le caratteristiche del posto in cui vai. Il cibo non sarà lo stesso, ok, ma abituati a scoprire anche gli usi di un altro Paese. Non occorre portare con sé gli spaghetti e l’olio extravergine di oliva! Vivi il viaggio da viaggiatore. Parti con il minimo indispensabile. Il tuo atteggiamento deve essere quello di chi sa e ha voglia di scoprire. Esci dalla tua zona di comfort, dai tuoi schemi e non cercare a tutti i costi di voler portare le tue abitudini dovunque tu vada. Non portare casa tua da un’altra parte significa anche crescere come individuo.

9.           LO STRAPPO È LECITO. Per le fanatiche della linea: continua pure a seguire anche in vacanza le sane abitudini che hai durante l’anno, ma rilassati. Se anche ti concedi qualche sfizio gastronomico, grazie ai benefici effetti di sole e mare, difficilmente prenderai peso e potrai addirittura rientrare più in forma.

10.      CIBO PER LA MENTE. Allena la tua mente anche in vacanza o durante il viaggio: porta con te il tuo libro e le tue letture preferite in modo da rilassarti in modo costruttivo.

(«SALUTE» di TV SORRISI E CANZONI)

Nessun commento:

Video da non perdere

Loading...

Post più popolari

Lettori