lunedì 26 novembre 2012

RENZI, LO SPAVENTA-GRILLO: UN MODELLO DI DESTRA CHE S'IMPONE A SINISTRA

Alle radici della buona affermazione di Matteo Renzi alle Primarie del Centrosinistra, ci sono essenzialmente tre motivi: 1) La freschezza anagrafica e comunicativa dell'uomo, a fronte del modello politico bersaniano che è e viene percepito come stantio, vuoi per l'età, vuoi per la lunga militanza politica. 2) Il pronunciamento a favore del sindaco di Firenze da parte di una fetta di personaggi dello spettacolo e di opinion leaders in grado di orientare l'elettorato nelle ultime fasi. 3) Renzi ha un'impronta sostanzialmente più scaltra e decisionistica, quindi di fatto è un modello di destra, che si impone a sinistra. Dove evidentemente molti si sono stancati dell'inconcludenza manifestata in questi anni da chi li rappresentava. Non mi stupirei se al ballottaggio una fetta di elettori tradizionalmente di destra andasse a votarlo. Un po' per sostenere un vento di cambiamento (Renzi è l'unico che può dare qualche pensiero a Beppe Grillo e al M5S), un po' perché il centrodestra sembra ormai completamente allo sbando. Comunque la si veda, l'inizio del superamento degli schieramenti secondo me è da vedere come un dato positivo.

Nessun commento:

Video da non perdere

Loading...

Post più popolari

Lettori