martedì 2 settembre 2014

«THE BACKSTAGE DIARIES» DI MUTANI * QUELLO CHE LA MODA NON TI FA VEDERE

Leica Galerie Milano, il nuovo Store milanese del brand tedesco, inaugura al pubblico il 9 settembre 2014, fino al 5 ottobre, la nuova mostra intitolata "The Backstage Diaries" di Filippo Mutani.
L’esposizione, curata da Alessia Glaviano, Senior Photo Editor di Vogue Italia, raccoglie immagini che raccontano 5 anni del lavoro del fotografo nei backstage delle sfilate di moda di Milano, Parigi e New York.
Filippo Mutani traduce magistralmente il caos e i rumori della settimana della moda in momenti penetranti, abili e riflessivi che permettono di soffermarsi sull'arte e la bellezza della moda e sicuramente sulla creatività e la forma umana che stanno dietro. Sa esattamente cosa includere e cosa lasciare fuori, ogni fotogramma è una finestra in un mondo misterioso e meraviglioso. Cattura il teatro e il dramma di tutto, con un senso dell'umorismo irriverente che vi luccica di volta in volta. La vena creativa è la sua firma indistinguibile: con uno scatto è capace di raccontare l'istante in maniera talmente personale, realistica e accattivante, che dà l’idea di essere lì nel momento stesso del "clic".
Il backstage di una sfilata è l’equilibrio tra caos e disciplina, un luogo privo di connotazioni, transitorio, senza passato né futuro. Con le sue immagini Mutani riesce a imprigionare quella frenesia, alla quale lui è completamente immune: il turbinio di un abito su una passerella, lo sguardo malinconico di una modella stanca, l'applauso della folla. Alessia Glaviano, Senior photo editor Vogue Italia e L’uomo Vogue, e curatrice della mostra: “La moda è specchio del tempo. Natura effimera, transitoria, che nel morire e rinascere, legge e interpreta le implicazioni sociali, psicologiche e culturali della contemporaneità. Le sfilate sono la vetrina d'eccellenza della fenice, dove tutto deve essere perfetto e il lavoro di mesi si consuma in una manciata di minuti sotto gli occhi attenti di editor, buyer e celebrities. Il backstage è un luogo privo di connotazioni, transitorio, senza passato né futuro: esiste solo il qui e ora: il backstage è il realismo del glamour della moda”. “Le immagini di Mutani” - conclude la Glaviano – “raccontano gli sguardi sospesi, i dettagli di questo realismo, e sono il frutto di 5 anni di lavoro nei backstage delle sfilate di moda di Milano, Parigi e New York”.

Nessun commento:

Video da non perdere

Loading...

Post più popolari

Lettori