martedì 28 marzo 2017

«OCCIDENTALI'S KARMA» * MAMME, GAY, HATERS: IL WEB È INVASO DALLE PARODIE

Francesco Gabbani in «Occidentali's Karma»

Da quanti anni, dopo un paio di settimane, non si ricordava più (o si ricordava a malapena) il vincitore dell'ultimo Festival di Sanremo
«Occidantali's Karma» ha fatto il miracolo. L'ironico pezzo di Francesco Gabbani (due dischi di platino e ticket per l'Eurovision Song Contest, per gli amici Eurofestival) non soltanto si ricorda, ma ha generato una pioggia di cloni. Un successo incredibile che è diventato fenomeno di costume. Al di là di ogni più rosea previsione: su YouTube si contano (cliccate qui) almeno 12 pagine di parodie.



Da quella di Favij, «Haters in Italia» (qui sopra, 5,5 milioni di visualizzazioni), forse la più gettonata, dedicata ai suoi detrattori e al bene che gli fanno, ad altre che riguardano mamme, omosessuali, extracomunitari (il classico Dado, fenomeno da cabaret), fidanzati, Pokemon, chiattone, Juventus e dintorni, la Serie A. Persino i PanPers  (qui sotto) con «Incidentati in Panda»: cinque amici in viaggio senza navigatore su un auto scassata col pass per disabili.


Ci sono i bambini di Filling The Music che fanno una semplice, ma molto cliccata e patinata cover, oppure xMurry che la canta dopo aver prima introdotto gas elio (entrambe qui sotto), ma la maggior parte della gente si dedica a rielaborazioni squisitamente personali del testo, sempre su YouTube, spazio creativo-social per antonomasia.




C'è chi canta bene, e con un buon rispetto della metrica, una discreta cura scenografica e del montaggio, e chi propone cose letteralmente imbarazzanti, come una parodia dedicata a Barbara D'Urso.

All'appello mancano soltanto i Beagles, ma non si può mai dire. Insomma, i motivi per mettersi le mani nei capelli (e a volte strapparli con violenza) sono tanti. Ma anche tante, e a volte gustose, le occasioni di divertimento. Di certo Gabbani non avrebbe mai potuto immaginare che il suo pezzo (già di per sé una presa in giro dei nostri tempi schizzati e zen) potesse diventare un cult di questo genere, e figliare parodie su parodie.

Nessun commento:

Video da non perdere

Loading...

Post più popolari

Lettori