giovedì 8 febbraio 2018

SANREMO 2018 * L'IRONIA SUL WEB: BAGLIONI È BALESTRA O LURCH DEGLI ADDAMS?

Lurch degli Addams e Claudio Baglioni.
Baglioni e Sting.
Sting attacca il pezzo e Claudio Baglioni gli stringe la mano e poi si allontana con un enorme corno rosso anti-jella ciondolante dietro la schiena. Sicuramente uno tra i momenti trash più alti (da teche Rai) di questo Sanremo 2018. Che fa il paio con il deus-ex-machina che ieri sera camminava carponi sul palco con le testa infilata nel sedere di Pierfrancesco Favino. O «Questo piccolo grande amore» intonato con la guest Franca Leosini a mo' di Cochi e Renato.
Renato Balestra e Claudio Baglioni.
Insomma, la materia per le guittate quest'anno non manca.

E ovviamente l'ironia sui social, Twitter in particolare, si sta sprecando anche quest'anno. Il «dittatore artistico» sta al gioco. Aveva iniziato «Striscia la notizia» giocando sulla presunta somiglianza fra il divo Claudio e il ritoccatissimo Renato Balestra (accostamento che si è giocato anche Alfonso Signorini). Ma secondo me il portamento e il piglio (vedi foto sopra) spesso lo avvicinano di più all'imperturbabile e granitico Lurch degli Addams.
Silvio Berlusconi.
In materia di elezioni e promesse, visto lo scarso successo della sigla «Popopopò» (se non ho capito male subito tolta di mezzo dal patron Baglioni già a partire dalla seconda serata), poteva mancare il fil-rouge web di questi ultimi mesi con Silvio Berlusconi? Il leader di Forza Italia si impegna a restituire di tutto, compreso il caro vecchio stacchetto baudiano di Pippo Caruso: «Perché Sanremo è Sanremo».

Nessun commento:

Video da non perdere

Loading...

Post più popolari

Lettori