venerdì 30 dicembre 2016

COSE SERIE * SU NETFLIX «DESIGNATED SURVIVOR» E «SHOOTER» RISVEGLIANO L'AZIONE

Anthony Hopkins in «Westworld»
Mentre archiviamo su Sky Atlantic la prima stagione di un prodotto d'eccellenza di HBO, «Westworld - Dove tutto è concesso», ovvero un mondo parallelo dominato da automi che sfuggono al controllo (in pratica come a «Uomini e donne») in un parco giochi per adulti violenti diretto da Anthony Hopkins, confesso che inizio a intripparmi non poco per un altro nuovo gingillo che tenta di riempire l'enorme vuoto lasciato da «24». Va in onda su Netflix e si intitola «Designated Survivor». Kiefer Sutherland non fa più
Kiefer Sutherland in «Designated Survivor»
l'agente segreto che in un giorno deve salvare il mondo facendosi autorizzare torture e azioni disperate in perenne contatto telefonico con il Presidente Usa, ma si cala nei panni del Presidente stesso, «sopravvissuto designato» dopo che mano ostile ha fatto saltare in aria il Campidoglio e l'amministrazione americana al gran completo. Un uomo solo al comando dopo l'Apocalisse, in pratica. C'è meno azione e più intrighi da White House che in «24» (il meritato successo di «The House of Cards» e «Scandal» ha sicuramente lasciato il segno), ma gli sceneggiatori hanno creato un mix che regge abbastanza bene, e il cast è di qualità.



«Z Nation», terza stagione
La terza stagione di «Z Nation» è ripartita col botto, con trovate su trovate, così come l'ultima di «The Walking Dead», solo che gli episodi della seconda si stanno (come al solito, da un paio d'anni) rapidamente afflosciando. A parer mio sarebbe ora di chiuderla, finché si riesce a mantenere una parvenza di dignità. Ma tant'è. Sembra che gli zombie tengano ancora botta per gli ascolti.


Ryan Phillippe in «Shooter»
Non so perché (anzi, lo so: la bellezza della protagonista) mi ostini a guardare «Americans», che sta allungando il brodo in modo spesso indecoroso, ma voglio darle ancora qualche possibilità. Per sopraggiunta noia avevo tagliato i viveri anche ai pirati di «Black Sails», pur girato magnificamente.
Sul fronte action-thriller Netflix ha sfornato anche l'onesto «Shooter». Il super-cecchino Bob Lee Swagger viene incastrato, incolpato di omicidio, fugge e cerca la sua vendetta. Vecchia storia, si dirà, ma dipende anche da come si sviluppa.


Nessun commento:

Video da non perdere

Loading...

Post più popolari

Lettori