domenica 15 maggio 2022

ALESSANDRO BORGHESE, DETTO ANCHE L'ONNIPRESENTE

Polemiche per una frase dello chef Alessandro Borghese, prezzemolino del video.

«Lavorare per imparare non significa per forza essere pagati». Questa frase di Alessandro Borghese (45), pronunciata in un'intervista, ha scatenato molte polemiche. Il tele chef figlio di Barbara Bouchet lamentava la difficoltà di trovare personale per le cucine dei suoi locali. L'onnipresente conduttore di «4 ristoranti», molto sicuro di sé, dovrebbe ricordare che se è vero che per imparare un lavoro si può accettare di guadagnare poco, l'assenza di una paga o di un compenso, cosa che viene spesso richiesta ai ragazzi che prestano la loro opera, si configura come una forma di "schiavismo" non necessariamente accettabile. 

VOTO: 5

(TRATTO DAL PAGELLONE DELLO SPETTACOLO DI FRANCO BAGNASCO PER I SETTIMANALI VERO E VERO TV)

sabato 14 maggio 2022

MARA VENIER NON PUO' FARE A MENO DI «DOMENICA IN» (E VICEVERSA)

La conduttrice veneta Mara Venier. Tra i suoi amori ci sono Jerry Calà e Renzo Arbore.

La Rai non riesce a fare a meno della veneta Mara Povoleri in arte Mara Venier (71). In particolare nel dì di festa, dove la nostra è stata confermata anche per la prossima stagione tv alla guida di «Domenica in». Dopo ripetuti, annuali annunci di voler abbandonare il contenitore lanciato da Corrado nel 1976, puntualmente ecco la marcia indietro dell'irremovibile signora Carraro. Che conserva il posto grazie alla verve e ad ascolti che anche quest'anno si sono rivelati sufficienti a superare o almeno a impattare con le proposte della concorrenza, come Amici di Maria De Filippi, che spesso ha avuto la meglio. Alla fine sostituirla sarebbe un rischio troppo grosso per Viale Mazzini, che preferisce prolungarle il contratto. In pratica, Mara è l'Amadeus della domenica pomeriggio. 

VOTO: 7

(TRATTO DAL PAGELLONE DELLO SPETTACOLO DI FRANCO BAGNASCO PER I SETTIMANALI VERO E VER TV)

giovedì 12 maggio 2022

NUOVI TELEGATTI, IL CORAGGIO DI RILANCIARE

I nuovi Telegatti di Cracking Art. Foto da Fanpage.

Mentre l'Eurovision Song Contest è in pieno svolgimento, merita un'indispensabile postilla la vicenda dei nuovi Telegatti in plastica riciclata di Cracking Artpresenza collaterale al debutto. Com'è noto i nuovi felini sono stati una scelta di marketing aziendale che non ha incontrato i favori di una larga fetta di pubblico sui social, termometro dei nostri tempi. La gente preferiva la vecchia versione dorata. Ho provato a spiegare qui i motivi del grande attaccamento collettivo al simbolo del passato.

Gestire questa patata bollente non era semplice. Molti avrebbero fatto finta di niente, facendo passare in cavalleria i nuovi felini dispiegandoli nelle retrovie come gadget per premiare chessò, i talenti del web, per poi tornare di lì a poco alla precedente versione del Telegatto da dare ai Big della televisione e dello spettacolo. Io stesso, come ho scritto altrove, avrei scelto questa via.

È stata inattesa, ma a mio avviso molto coraggiosa e coerente la reazione della direzione del giornale, che ha preso il toro (anzi, il gatto) per le corna portandolo subito con orgoglio (sentimento che comprendo bene, da ex sorrisiano) in ostensione nel principale evento mediatico del momento, per premiare i tre conduttori: Mika, Laura Pausini e Alessandro Cattelan. Riuscendo così a trasformare un'impasse in un potenziale punto a favore, e sfruttando la grancassa mediatica per sdoganarli. Per rompere il ghiaccio. Questo si chiama saper fare comunicazione con intelligenza. 

Comunque vada, un grosso in bocca al lupo ai Telegatti. Con la speranza che prima o poi torni anche l'amatissimo galà su Canale 5.

VUOI FARE IL GIORNALISTA? PENSACI BENE E (SE VUOI DUE DRITTE) PRIMA LEGGI QUI

Crisi dell'editoria. Fare il giornalista o no?

Quando qualche ragazzo mi chiede: «Vorrei fare il giornalista, che cosa mi consigli?» Mi permetto di sconsigliarlo, sommessamente ma caldamente. A meno che l'interessato/a non abbia il sacro fuoco, che nulla può fermare. Gli anni epici sono finiti da tempo, e se devo parlare autobiograficamente, li ho vissuti. Inizi formativi alla mitica Provincia Pavese, quotidiano locale, pagato 5-10 mila lire a pezzo (quando andava bene), il successivo passaggio a il Giornale di Maurizio Belpietro appena dopo l'uscita di scena di Indro Montanelli, e - dopo un corollario di mille collaborazioni vissute nel frattempo - l'approdo a Tv sorrisi e canzoni. Giornale tuttora guidato con cura del prodotto e mano felice, in uno scenario difficile e concorrenziale.

Attualmente mi occupo soprattutto di critica per alcune testate, come TPI, Vero, Vero Tv e talvolta genericamente di spettacolo per Oggi. E poi ho un canale YouTube in crescita. Ma visto che la carta (tutta) vive un momento a dir poco complicato, fra copie in calo ed edicole che chiudono come mosche, consiglio ai giovani che si avvicinano a questo mestieraccio di puntare soprattutto sul web, ovvero il futuro. Sicuramente in questo momento più libero e interessante e con una fetta di mercato in continua espansione. Anzitutto per l'immediatezza della confezione della notizia, che supera quella dei quotidiani, che appena usciti appaiono già datati. E poi c'è il mondo dei podcast, altro sviluppo oggi molto interessante. Ma è meglio avere un po' di visibilità già acquisita per poterli affrontare sensatamente. A questo proposito, vi do un'anteprima: sto pensando di farne uno mio. Quando sarà arrivato il momento, sarete i primi a saperlo.

mercoledì 11 maggio 2022

FRANCESCA FAGNANI RICONCILIA CON IL GIORNALISMO DI SPETTACOLO

La giornalista Francesca Fagnani, compagna di Enrico Mentana.

Dopo il flop del velleitario «Seconda linea», condotto su Rai2 con Alessandro Giuli, Francesca Fagnani (43) ha trovato la sua strada anche a Viale Mazzini proponendo «Belve». Interviste one to one pungenti e godibili che riconciliano con il giornalismo di spettacolo, troppo spesso ossequioso o asservito. L'intrigante Fagnani non vuole arruffianarsi nessuno: fa domande di tutti i tipi, anche scomode o provocatorie, e le piace che i suoi ospiti (soprattutto donne) reagiscano mollando i freni. Cosa che garantisce un risultato decisamente più pregno. Originaria di Roma, la nostra entrò in Rai nel 2001, nella sede distaccata di New York. Ha lavorato anche con Minoli e Santoro e dal 2013 è sentimentalmente legata ad Enrico Mentana. 

VOTO: 8

(TRATTO DAL PAGELLONE DELLO SPETTACOLO DI FRANCO BAGNASCO PER I SETTIMANALI VERO E VERO TV)

martedì 10 maggio 2022

CROZZA DAI MILLE VOLTI NON SBAGLIA UN COLPO

L'attore e comico ligure Maurizio Crozza, sposato con Carla Signoris.

Che sia un gigante della comicità, con grandi capacità imitative supportate da ottimi testi, già si sapeva. Ma Maurizio Crozza (62) riesce sempre a superarsi stando incollato all'attualità. L'eclettico genovese, marito di Carla Signoris, con il suo «Fratelli di Crozza» è il pilastro di Nove, la rete che lo manda in onda ogni venerdì con ascolti che spesso fanno invidia a reti televisivamente più nobili, almeno sulla carta. Alcuni dei suoi botta e risposta con la spalla ideale, l'autore Andrea Zalone, sono ormai entrati nella leggenda. Mentre il nostro si cala nei panni di un ondivago Silvio Berlusconi che sente il peso dell'età, o di un Flavio Briatore concreto e terra terra, per citare giusto i più noti. Il suo ultimo must è la caratterizzazione del discusso professor Alessandro Orsini, esperto di geopolitca e opinionista balzato agli onori delle cronache grazie al conflitto in Ucraina. Crozza gli fa dire di tutto. Un po' come l'originale. 

VOTO: 9

(TRATTO DAL PAGELLONE DELLO SPETTACOLO DI FRANCO BAGNASCO PER I SETTIMANALI VERO E VERO TV)


lunedì 9 maggio 2022

I MATRIMONI DELLA TATANGELO ARRANCANO

La cantante e conduttrice tv Anna Tatangelo, ex di Gigi D'Alessio.

Anna Tatangelo
(35 anni) è una bella donna e una cantante preparata. Era proprio necessario utilizzarla anche come conduttrice? Il suo «Scene da un matrimonio», la domenica pomeriggio su Canale 5 (ben diverso dalla perfida ironia dell'originale, firmato da Davide Mengacci), è stato accolto tiepidamente dal pubblico, che nelle ultime puntate si è attestato sul 10% circa di share con 1,4-1,6 milioni di spettatori. Troppo poco per far fronte alla concorrenza di Rai1. Il programma, in elegante confezione, è stato realizzato dalla società Pesci combattenti, e la separata Tatangelo come testimonial dell'amore eterno non sembra particolarmente a fuoco. Fa il suo compitino nei brevi spezzoni fra un'intervista e l'altra, ma alla melassa non sembra credere neppure lei. Resta il canovaccio seriale e zuccheroso di storie che paiono un po' tutte uguali, com'era prevedibile. Con contorno di parentado e varia umanità. 

VOTO: 4

(TRATTO DAL PAGELLONE DELLO SPETTACOLO DI FRANCO BAGNASCO PER I SETTIMANALI VERO E VERO TV)

giovedì 5 maggio 2022

LA FIALDINI HA VERVE E MALIZIA, MA GLI ASCOLTI OGNI TANTO ARRANCANO

La conduttrice Rai Francesca Fialdini.

È uno tra i volti più rampanti di Rai1, conduttrice di «Da noi... A ruota libera», uno tra i titoli più infelici nella storia della televisione. Eppure Francesca Fialdini (42) funziona, ha l'entusiasmo giusto e una certa maliziosa verve che vanno bene in tv. Peccato che la prima serata eco-friendly «Ci vuole un fiore», che ha condotto con Francesco Gabbani, sia stata accolta tiepidamente. Lo spettacolo ha vinto la serata racimolando però soltanto 2,7 milioni di spettatori con il 15,2%. Troppo poco per il battage che lo show aveva avuto e la curiosità che avrebbe dovuto catalizzare il debutto alla conduzione del cantautore.

VOTO: 6

(TRATTO DAL PAGELLONE DELLO SPETTACOLO DI FRANCO BAGNASCO PER I SETTIMANALI VERO E VERO TV)

mercoledì 4 maggio 2022

NICOLA SAVINO, UNO TRA I POCHI BUONI MOTIVI PER GUARDARE L'ISOLA

Il contuttore tv Nicola Savino. Lavora anche da anni con Linus a Radio Deejay, emittente che compie 40 anni.

Uno tra i pochissimi, buoni motivi per guardare l’attuale edizione de L'Isola dei famosi, in onda su Canale 5 per la conduzione di Ilary Blasi (che impiatta il tutto con preparazione e ritmo) sono i commenti di Nicola Savino (54). Tra la noia e un cast con un buon numero di scappati di casa che si muovono all'interno di un format ormai obsoleto, l'opinionista di origine lucchese si fa notare per l'arguzia dei commenti, la prontezza degli interventi e le battute folgoranti. Anche Vladimir Luxuria tiene bordone. Savino, che passa da anni con disinvoltura dalla radio alla tv, è anche autore, sa che che programmi come questo, che giocano con un trash che è la quintessenza del già visto, si risollevano  puntando molto sull'ironia. 

VOTO: 8

(TRATTO DAL PAGELLONE DELLO SPETTACOLO DI FRANCO BAGNASCO PER I SETTIMANALI VERO E VERO TV)


martedì 3 maggio 2022

LAURA PAUSINI E QUEL SUO ANTICO VEZZO DELL'AUTOCELEBRAZIONE

Laura Pausini in versione sexy. Per lei si avvicina l'appuntamento torinese con l'ESC, insieme con Mika e Cattelan. Achille Lauro sarà in gara per San Marino.

Laura Pausini
(47) manifesta sempre tanta voglia di celebrarsi ed essere celebrata. D'altra parte vive di glamour e riflettori. Stavolta, come i Ferragnez di recente, punta decisamente sull'assai stucchevole autocelebrazione. In un docu-film in onda su Prime Video intitolato proprio «Laura Pausini - Piacere di conoscerti», che ha scritto insieme con Ivan Cotroneo e Monica Rametta. Tutto parte dalla domanda: che cosa sarebbe successo alla nostra se non avesse vinto Sanremo nel 1993? Nel cast figurano anche il padre Fabrizio, la madre Gianna Ballardini e il compagno Paolo Carta. Intanto i rumors televisivi rimandano le voci di una Pausini che avrebbe richiesto ben 12 cambi d'abito per condurre a maggio a Torino con Cattelan e Mika l'Eurovision Song Contest. Un tantinello eccessivo? 

VOTO: 5

(TRATTO DAL PAGELLONE DELLO SPETTACOLO DI FRANCO BAGNASCO PER I SETTIMANALI VERO E VERO TV)

lunedì 2 maggio 2022

CARA NINA ZILLI, LA VIOLENZA NON SI PUO' MAI GIUSTIFICARE

La cantante piacentina Nina Zilli.

Ha stupito il mondo il gesto di Will Smith, che ha colpito con uno schiaffo il comico Chris Rock sul palco della Notte degli Oscar hollywoodiani dopo un'infelice battuta sulla capigliatura della moglie, che soffre di alopecia. Maria Chiara Fraschetta, in arte Nina Zilli (42) è andata controcorrente, scrivendo sui social: «Ma il buon vecchio 'Quando ci vuole, ci vuole?'... È bello che per una volta qualcuno si alzi e metta pari merito i due pesi. Comunque era un sonoro schiaffazzo, non un pugno. E credo siano due gesti molto diversi». Cara Nina, la violenza è sempre violenza, e non si può che condannare. Perché se iniziamo ad alzarci, come dici tu, e a farci giustizia da soli, poi il limite chi lo decide? È una china pericolosa. 

VOTO: 3

(TRATTO DAL PAGELLONE DELLO SPETTACOLO DI FRANCO BAGNASCO PER I SETTIMANALI VERO E VERO TV)

domenica 1 maggio 2022

ANTONIO ZEQUILA, ALL'ISOLA UN PASSAGGIO DA DIMENTICARE

Antonio Zequila, ribattezzato «Er mutanda».

Neanche il tempo di mettere piede in Honduras, che ha subito dovuto fare le valigie e tornare in Italia, eliminato da un impietoso Televoto. Triste è la parabola di Antonio Zequila (58) da Atrani, Salerno, stucchevole playboy per mancanza di prove ingaggiato dal reality di Canale 5 condotto da Ilary Blasi. Zequilone è arrivato in spiaggia con il suo consueto, trito repertorio da conquistatore diversamente simpatico passato di cottura. Esemplare e raro caso in cui nel programma ti precede la fama e non la fame. Tra cocchi, riso e mosquitos, il nostro non ha convinto il pubblico, che gli ha regalato immediatamente il biglietto di ritorno. Quando il problema di giocare sempre con lo stesso personaggio inizia a farsi sentire, conviene forse cambiare strada. Consiglio spassionato. 

VOTO: 4

(TRATTO DAL PAGELLONE DELLO SPETTACOLO DI FRANCO BAGNASCO PER I SETTIMANALI VERO E VERO TV)

Post più popolari

Lettori