domenica 13 ottobre 2019

SERIE TV * ECCO PERCHÉ «EUPHORIA» È UN (DANNATO) CAPOLAVORO


Nel video qui sopra, pubblicato sul mio canale YouTube, parlo di «Euphoria», l'ultimo parto di quei geni di HBO, gli stessi de «Il Trono di spade» e «Chernobil»; è la serie tv del momento, l'ultima frontiere del teen-drama. 
Discussa, disturbante, amata e detestata (perché inquieta le famiglie borghesi), è un puro  concentrato di disagio. Soprattutto al femminile. Fra consumo di droghe, tradimenti, minacce, famigliole dall'apparenza irreprensibile dietro le quali si nascondono torbidi segreti. Difficile non restare scossi e affascinati al contempo da questo tipo di euforia indotta spesso da sostanze di ogni tipo. Va in onda su Sky Atlantic, che non manca di trasmettere all'inizio di ognuno degli otto episodi le avvertenze del caso. Guardatela, non ve ne pentirete. Magari metterà in discussione qualche vostra certezza, ma è un esercizio tutto sommato salutare.

VOCI NELL'OMBRA 2019 * L'ELENCO DI TUTTI I DOPPIATORI PREMIATI

Il doppiatore Michele Kalamera.
CINEMA - MIGLIOR DOPPIAGGIO GENERALE

 BOHEMIAN RHAPSODY - Marco Guadagno

CINEMA - MIGLIOR VOCE MASCHILE

 MICHELE KALAMERA - Clint Eastwood (Earl Stone) in Il corriere – The Mule

CINEMA - MIGLIOR VOCE FEMMINILE

 BENEDETTA DEGLI INNOCENTI - Lady Gaga (Ally) in A Star Is Born

CINEMA - MIGLIOR VOCE NON PROTAGONISTA

 MELINA MARTELLO - Sissy Spacek (Jewel) in Old Man & The Gun

TV - MIGLIOR DOPPIAGGIO GENERALE

 FBI - Daniela Nardini

TV - MIGLIOR VOCE MASCHILE

 DANIELE GIULIANI - Kit Harington (Jon Snow) in Il Trono di Spade

TV - MIGLIOR VOCE FEMMINILE

 ELEONORA RETI - Úrsula Corberó (Silene Oliveira “Tokio”) in La casa di carta

TV - MIGLIOR VOCE NON PROTAGONISTA

 EUGENIO MARINELLI - Miguel Sandoval (Cap. Pruitt Herrera) in Station 19

ADATTAMENTO E DIALOGHI ITALIANI CINEMA

 BLACKKKLANSMAN - Sandro Acerbo

ADATTAMENTO E DIALOGHI ITALIANI TV

 STRANGER THINGS - Fiamma Izzo, Nunzia Di Somma

PRODOTTI DI ANIMAZIONE

 ANGELO MAGGI - Woody in Toy Story 4

AUDIOLIBRI

 STEFANIA PATRUNO - Maria Callas in “Quando le stelle cadono. Frammenti di

vita di Maria Callas”

VIDEOGIOCHI

 ALESSANDRO RIGOTTI - Leon S. Kennedy in Resident Evil 2

SPOT PUBBLICITARI

 PAOLO DE SANTIS - Spot radiofonico MINI ClubmanHype Emozioni

PROGRAMMI D’INFORMAZIONE

 CARLO IMBIMBO - Sky Tg24IMM

RADIO LOCALI

 STANY GALLO - RadioAKR

PODCAST

 FILIPPO CARROZZO

TARGA “BRUNO PAOLO ASTORI” alla giovane voce d’eccellenza del doppiaggio

 MANUEL MELI

TARGA “CLAUDIO G. FAVA” alla Carriera

 CARLO VALLI

 DARIO PENNE

TARGA ALLA CARRIERA DI ADATTATORE E DIALOGHISTA

 MARINA D’AVERSA

PREMIO SIAE

 ENRICA FIENO

TARGA “MAURIZIO ANCIDONI”

 MICHELE GAMMINO

PREMIO SPECIALE “DIREZIONE E VOCE”

 FRANCESCO VAIRANO

PREMIO SPECIALE “UNA VOCE DA OSCAR”

 ALBERTO ANGRISANO

PREMIO SPECIALE al doppiaggio del film “THE WIFE”

PREMIO SPECIALE al doppiaggio del film “STANLIO & OLLIO”

venerdì 11 ottobre 2019

VIDEO * MARIA GIOVANNA ELMI: «FARE L'ANNUNCIATRICE OGGI NON HA PIÙ SENSO»

Una Maria Giovanna Elmi in piena forma, ospite della festa per gli 80 anni del settimanale Oggi, risponde nel video qui sopra a qualche mia domanda sullo spettacolo, il suo storico mestiere (l'annunciatrice, che attualmente a suo dire non ha più senso), e il futuro.
L'ex “Fatina” della tv ha 79 anni e lasciata Roma, dove ha lavorato per una vita a Viale Mazzini, e vive dalle parti di Tarvisio, il comune più orientale del Friuli Venezia Giulia. Mostra una foto che la ritrae insieme alla collega Rosanna Vaudetti, e rivela un particolare inedito sulla sua partecipazione al reality-show L'isola dei famosi, dove si piazzò terza: avrebbe chiesto di partecipare al programma una seconda volta, ma non ci sarebbe stato l'assenso della produzione.

HARRY STYLES TORNA CON «LIGHTS UP»

IL VIDEO DEL NUOVO SINGOLO DI HARRY STYLES.
HARRY STYLES è tornato! Sono passati due anni dal suo omonimo album di debutto solista, intitolato "Harry Styles" (certificato ORO in Italia), e oggi, venerdì 11 ottobre, esce "LIGHTS UP", il suo nuovo attesissimo brano, disponibile in digitale e da oggi anche in rotazione radiofonica.
Il brano "Lights up" è accompagnato da un video che, in poche ore, ha già superato 2,2 milioni di visualizzazioni su YouTube. Il video, girato in Messico, è visibile al seguente link: https://youtu.be/9NZvM1918_E.

"Lights up" è stato prodotto da Tyler Johnson con la collaborazione di Kid Harpoon (Tom Hull), ed entrambi hanno partecipato alla scrittura del brano insieme allo stesso Styles.

All the lights couldn't put out the dark,
Running through my heart,
Lights up and they know who you are,
Know who you are,
Do you know who you are?

Classe 1994, Harry Styles è uno degli artisti inglesi più interessanti e sorprendenti degli ultimi anni, capace di conquistare pubblico e critica grazie al suo straordinario carisma e alla sua sensibilità artistica.
La sua hit "Sign Of The Times" ha conquistato il PLATINO in Italia, ha totalizzato oltre 680 milioni di stream a livello mondiale e più di 780 milioni di visualizzazioni totali su YouTube.
Il suo album di debutto solista "Harry Styles" è entrato direttamente al #1 su iTunes in Italia e in altri 83 Paesi (tra cui Regno Unito e Stati Uniti), ed è anche l'album più venduto nella settimana di debutto di un artista maschile inglese negli Stati Uniti.

THE SCRIPT PRONTI CON «SUNSETS & FULL MOONS»

THE SCRIPT, il trio irlandese che ha totalizzato 6 miliardi di stream, 30 milioni di singoli venduti, 10,8 milioni di album e 1,8 milioni di biglietti venduti, è pronto a intraprendere un nuovo capitolo della propria carriera, con la pubblicazione dell'album "Sunsets & Full Moons", in uscita il prossimo 8 novembre e già disponibile in pre-order (https://SMI.lnk.to/thescript_)

"Sunsets & Full Moons" è il perfetto esempio di quella scrittura in grado di parlare a tutti, senza distinzioni, tipica The Script, che li ha resi una band con una delle più solide fan-base in tutto il mondo. Primo singolo estratto da questo nuovo disco è l'emozionante "The Last Time".

Sotto molti aspetti, "Sunsets & Full Moons" sembra il seguito dell'omonimo album di debutto del trio, formato da Danny O'Donoghue (voce, piano e chitarra), Mark Sheehan (cori, chitarra) e Glen Power (batteria).
Entrambi i dischi sono nati dopo momenti particolarmente difficili della vita di O'Donoghue. I brani sono il naturale riflesso delle personali esperienze ed emozioni dei membri della band, temi in cui i loro stessi fan si riconoscono.

"Penso che questo sia il disco più intenso che abbiamo mai realizzato," afferma O'Donoghue, "la nostra musica è sempre stata un punto d'incontro con il nostro pubblico, uno scrivere sui nostri sentimenti, e poi condividerli".

The Script si sono approcciati all'album rinvigoriti dal trionfale tour dopo la pubblicazione del fortunatissimo album "Freedom child". Rispolverando i loro primi periodi, la band ha ritrovato la forza dietro le cose più semplici: un sound accattivante, melodie che rimangono in testa e l'emozione dei sentimenti più sinceri.

Hanno anche deciso di produrre loro stessi l'album, presso i Metropolis Studios, con l'aiuto per il missaggio di Mark 'Spike' Stent (Coldplay, Beyoncé, Frank Ocean), oltre a Manny Marroquin (Post Malone, Lizzo, Dua Lipa) e Dan Frampton (AuRa, Maejor, Jack Savoretti).

"Nessun orpello, nessuna produzione elaborata, siamo solo noi che suoniamo come una band" dichiara Sheehan "Siamo semplicemente noi che facciamo quello che sappiamo fare meglio".

Per O'Donoghue, il tema prevalente dell'album è molto semplice: "Non importa quanto tutto diventi triste e cupo, il sole sorgerà comunque di nuovo". Con questo spirito di speranza e positività, nonostante i momenti più duri, il senso di conforto e sollievo che riescono a trasmettere The Script è più vivo che mai.

Questa la tracklist di "Sunsets & Full Moons": "Something Unreal", "The Last Time", "Run Through Walls", "If You Don't Love Yourself", "Hurt People Hurt People", "Same Time", "Underdog", "The Hurt Game", "Hot Summer Nights".

"Sunsets & Full Moons" è disponibile in pre-order in formato CD, in vinile e in digitale (https://SMI.lnk.to/thescript_)
Da febbraio la band sarà in tour in Europa per presentare live "Sunsets & Full Moons". Queste tutte le date annunciate:

FEBBRAIO
20 - UK, Liverpool, M&S Bank Arena
21 - UK, Leeds, First Direct Arena
22 - UK, Manchester, Arena
24 - UK, Bournemouth, International Centre
25 - UK, Brighton, Centre
26 - UK, Sheffield, FlyDSA Arena
28 - UK, Birmingham Resorts World Arena
29 - UK, London, The O2

MARZO
3 - UK, Belfast, SSE Arena
6 - Ireland, Dublin, 3Arena
7 - Ireland, Dublin, 3Arena
9 - UK, Nottingham, Motorpoint Arena
10 - UK, Cardiff, Motorpoint Arena
12 - UK, Glasgow, The SSE Hydro
13 - UK, Aberdeen, P&J Live Arena
14 - UK, Newcastle, Utilita Arena
16 - Germany, Cologne, Palladium
17 - Denmark, Copenhagen, TAP1
19 - Belgium, Brussels, Forest National
20 - Netherlands, Amsterdam, Ziggo Dome
21 - Netherland, Amsterdam, Ziggo Dome


giovedì 10 ottobre 2019

«GLI ANNI PIÙ BELLI» * INEDITO DI BAGLIONI CONQUISTA MUCCINO

Claudio Baglioni e Gabriele Muccino.
Il brano inedito di Claudio Baglioni "Gli Anni Più Belli" diventa il nuovo titolo del film di Gabriele Muccino che sarà nelle sale cinematografiche per San Valentino 2020.

"Con la sua meravigliosa canzone inedita Claudio Baglioni è il rappresentante più evocativo degli ultimi quarant'anni raccontati nel film e della storia d'Italia che scorre alle spalle dei protagonisti come un fiume, inesorabilmente" ha dichiarato Gabriele Muccino.

"Gli Anni Più Belli" che vede come protagonisti Pierfrancesco Favino, Micaela Ramazzotti, Kim Rossi Stuart, Claudio Santamaria, Nicoletta Romanoff e Emma Marrone sceneggiato da Gabriele Muccino insieme a Paolo Costella è una produzione Lotus Production, una società di Leone Film Group con Rai Cinema in associazione con 3 Marys Entertainment. Prodotto da Marco Belardi, uscirà nelle sale italiane il 13 febbraio 2020 distribuito da 01 Distribution.
La colonna sonora del film sarà di Nicola Piovani.

"Gli Anni Più Belli" è la storia di quattro amici Giulio (Pierfrancesco Favino), Gemma (Micaela Ramazzotti), Paolo, (Kim Rossi Stuart), Riccardo (Claudio Santamaria), raccontata nell'arco di quarant'anni, dal 1980 ad oggi, dall'adolescenza all'età adulta.
Le loro speranze, le loro delusioni, i loro successi e fallimenti sono l'intreccio di una grande storia di amicizia e amore attraverso cui si raccontano anche l'Italia e gli italiani. Un grande affresco che racconta chi siamo, da dove veniamo e anche dove andranno e chi saranno i nostri figli. È il grande cerchio della vita che si ripete con le stesse dinamiche nonostante sullo sfondo scorrano anni e anche epoche differenti. 

FALLIMENTI E INSUCCESSI SI ESORCIZZANO COSÌ

Francesco De Carlo e Diletta Parlangeli.
Domenica 13 ottobre a Rai Radio2 dalle 19.45 alle 22, si festeggia il PRENDILA COSI' DAY. Prendila Così è il primo programma che, nell'era del successo strillato e a tutti i costi, celebra il suo opposto, il sabato e la domenica su Rai Radio2 con Francesco De Carlo, stand up comedian tra i più quotati, e la giornalista Diletta Parlangeli. I due conduttori, che tutti i fine settimana, esorcizzano lo spauracchio dell'insuccesso, domenica 13 ottobre, ispirati dalla Giornata del Fallimento finlandese, rilanceranno con una puntata speciale, aperta al pubblico e ad alcuni ospiti - come l'attore Ninni Bruschetta, lo stand up comedian Edoardo Ferrario e la sessuologa Roberta Rossi - in diretta dagli studi di via Asiago a Roma. Presenti anche gli esperti che hanno preso a cuore la trasmissione: lo psicoterapeuta Dottor Daglilbuio e due inviati d'eccezione: il blogger e scrittore Patrizio Cossa, voce della paternità contemporanea e la stand up comedian Michela Giraud, occhio attento sui social e ambasciatrice di #Tristagram, l'hashtag che Prendila Così ha scelto per celebrare la normalità nel racconto online.

Perché d'altronde
continuare a vivere le sconfitte come qualcosa di cui vergognarsi? La corsa alla perfezione sfinisce e gli inciampi vengono considerati un'onta. Abbandonare un sogno irrealizzabile piuttosto che ostinarsi fino allo sfinimento, tal volta può essere provvidenziale. "Perché se uno su mille ce la fa, noi parliamo agli altri 999!" - ricordano i due conduttori - al suon di Hasta la sconfitta, Prendila Cosi' è il primo programma che legittima l'esperienza della sconfitta perché se non cadiamo, non ci rialziamo!", perché nell'insuccesso non c'è niente di male anzi, ci aiuta a capire chi siamo e cosa vogliamo davvero. Negli ultimi anni molte voci – da Roberto Saviano a Laura Pausini, da Jim Carrey a Will Smith ­– si sono alzate per sottolineare l'importanza di cambiare passo, di non pensare a dover essere "i migliori, i primi della classe". Ora tocca a tutti noi imparare a cadere.

Il Prendila Così Day sarà in onda su Rai Radio2 dalle 19.45 alle 22, anche su RaiPlayRadio.it/Radio2, sulla app RaiPlay Radio e con contenuti speciali e dirette sulle pagine facebook, instagram e twitter di @RaiRadio2.

NICCOLÒ FABI ESCE CON «TRADIZIONE E TRADIMENTO»

Domani, venerdì 11 ottobre, esce in tutti i negozi di dischi, in digital download e su tutte le piattaforme streaming "TRADIZIONE E TRADIMENTO", il nuovo album di NICCOLÒ FABI disponibile in versione CD, vinile e digitale.

A 3 anni e mezzo di distanza da "Una somma di piccole cose", album che ha segnato un punto fondamentale per la ventennale carriera del cantautore, Niccolò Fabi torna con un nuovo album che parla di scelte e che rappresenta esso stesso una scelta: quella di scrivere solo quando si è mossi da una reale ispirazione e necessità.

Anticipato dai brani "Io sono l'altro" "Scotta", il disco "Tradizione e tradimento" è un viaggio poetico e sonoro composto da 9 canzoni che si muovono sempre sul filo che unisce l'analogico al digitale, il calore acustico e l'elettronica tagliente.

«È un disco sulla ricerca di un equilibrio all'interno di un cambiamento tra la memoria e la prospettiva - racconta Niccolò FabiLa scelta difficile tra cosa conservare e cosa lasciare andare, come evolversi e trasformarsi rispettando la propria identità. Come trarre forza da ciò che ci è stato consegnato come tradizione e allo stesso tempo avere il coraggio di tradire quel percorso".

Scritto e registrato tra Roma e Ibiza, "Tradizione e Tradimento" è il risultato di un lavoro corale che vede alla produzione artistica Niccolò Fabi insieme a Roberto Angelini e Pier Cortese, storici amici e compagni di viaggio e di palco. 
Determinante sui 3 brani, Amori con le ali", "Nel blu" e "A prescindere da me", la collaborazione, dal suo studio di Ibiza, con Costanza Francavilla, musicista e produttrice romana. Yakamoto Kotsuga, produttore e compositore di colonne sonore, ha invece caratterizzato l'arrangiamento di "Io sono l'altro". 
Completano la squadra che ha collaborato al disco Riccardo Parravicini che lo ha registrato e mixato, e i musicisti Daniele "mr Coffee" RossiFabio Rondanini e Max Dedo. 

La copertina di "Tradizione e Tradimento" è una foto scattata da Niccolò Fabi in Mozambico. Il packaging di CD e vinile è stato realizzato con carta riciclata.

Questa la tracklist di "Tradizione e tradimento": "Scotta", "A prescindere da me", "Amori con le ali", "Io sono l'altro", "I giorni dello smarrimento", "Nel blu", "Prima della tempesta", "Migrazioni" e "Tradizione e tradimento". 

Sono già disponibili online sui canali ufficiali dell'artista i video dei brani "Io sono l'altro(https://youtu.be/cLRe-RmVfic) e "Scotta(https://youtu.be/rIZ22vGi_Cw).

Il nuovo album verrà raccontato da Niccolò Fabi a partire da domani, venerdì 11 ottobre, nelle principali città italiane. Di seguito gli appuntamenti: 11 ottobre a La Feltrinelli di MILANO (Piazza Piemonte, 2 - ore 18.30), 12 ottobre a La Feltrinelli di TORINO (Piazza C.L.N., 251 - ore 18.30), 13 ottobre a La Feltrinelli di Padova (Via San Francesco, 7 - ore 18.30), 14 ottobre a La Feltrinelli di BOLOGNA (Piazza Ravegnana, 1 - ore 18.00), 15 ottobre a La Feltrinelli di ROMA (Via Appia Nuova 427 - ore 18.00), 16 ottobre a La Feltrinelli di FIRENZE (Piazza della Repubblica, 26 - ore 18.00), 17 ottobre a La Feltrinelli di NAPOLI (Piazza dei Martiri - ore 18.00), 18 ottobre a La Feltrinelli di BARI (Via Melo, 119 - ore 18.30), 19 ottobre a La Feltrinelli di PALERMO (Via Cavour, 133 - ore 17.00) e il 21 ottobre al Mondadori Bookstore di CAGLIARI (Via Roma, 65 - ore 18.00).

Da dicembre, inoltre, Niccolò Fabi farà il suo ritorno live nei teatri italianiIl concerto vedrà sul palco Niccolò Fabi con Roberto Angelini, Pier CorteseAlberto BiancoDaniele "mr coffee" Rossi e Filippo Cornaglia

Queste le date del tour, prodotto e organizzato da Magellano Concerti e Ovest:

27 novembre - Cascina (PI) - La città del teatro (data zero)
1 dicembre - Ravenna - Teatro Dante Alighieri (Biglietti Esauriti)
2 dicembre - Milano - Teatro Degli Arcimboldi (Biglietti Esauriti)
8 dicembre - Pescara - Teatro Massimo
10 dicembre Cosenza - Teatro Rendano
12 dicembre - Catania - Teatro Metropolitan
13 dicembre - Palermo - Teatro Golden
19 dicembre - Trento - Auditorium Santa Chiara 
20 dicembre - Vicenza - Teatro Comunale (Biglietti Esauriti)
21 dicembre - Vicenza - Teatro Comunale (Biglietti Esauriti)
7 gennaio - Udine - Teatro Nuovo Giovanni da Udine
8 gennaio - Trento - Auditorium Santa Chiara
10 gennaio - Bologna - Teatro EuropAuditorium
11 gennaio - Firenze - Teatro Verdi
12 gennaio - Torino - Teatro Colosseo
13 gennaio - Genova - Teatro Politeama Genovese
19 gennaio - Roma - Auditorium Parco della Musica
20 gennaio - Roma - Auditorium Parco della Musica
21 gennaio - Napoli - Teatro Augusteo
22 gennaio - Bari - Teatro Team
24 gennaio - Ancona - Teatro Le Muse
25 gennaio - Assisi - Teatro Lyrick
29 gennaio - Bergamo - Teatro Creberg
30 gennaio - Parma - Teatro Regio 

I biglietti per le date di Ravenna, Milano ed entrambi gli show previsti a Vicenza, sono esauriti. I biglietti per tutte le altre date del tour sono disponibili in prevendita sul sito di Ticketone e nei punti vendita e prevendita abituali (http://bit.ly/NiccoloFabiTour).  Radio partner del tour è Radio Capital.

Più di 90 canzoni, 9 dischi di inediti, 2 raccolte ufficiali, 1 progetto sperimentale come produttore, 1 disco di inediti con la super band FabiSilvestriGazzè, 2 Targhe Tenco per "Miglior Disco in Assoluto" (vinte per i suoi ultimi due album) e dopo 20 anni di musica Niccolò Fabi è oggi considerato uno dei più importanti cantautori italiani. Tanta musica nel percorso del cantautore, tanta sperimentazione e un avvicinamento sempre più evidente alla musica d'oltreoceano.
È un percorso artistico incentrato sulla ricerca della libertà espressiva quello che in questi anni ha inseguito il cantautore romano e ne sono dimostrazioni gli ultimi due album pubblicati, "Una somma di piccole cose" (2016) e "Tradizione e tradimento" (2019).

NUOVO SINGOLO * DENTE DICE «ADIEU»

A 3 anni di distanza dal suo ultimo lavoro "Canzoni per metà", torna sulle scene musicali nazionali DENTE, il "piccolo principe" del nuovo cantautorato italiano, che in più di 10 anni di carriera si è contraddistinto per la sua personale e inconfondibile cifra pop semplice e mai banale, conquistando un pubblico sempre più affezionato e numeroso.

Dopo l'uscita di "Anche se non voglio", da oggi, giovedì 10 ottobre, è online il video del nuovo singolo "ADIEU" (INRI/Artist First), con la regia di Van Khokhlov: www.youtube.com/watch?v=LrfMLpxJDEI

"ADIEU" è un brano pop malinconico che con semplicità di suoni e immediatezza di linguaggio affronta il tema profondo dell'addio, raccontato come una dolorosa necessità e allo stesso tempo come un'opportunità nascosta per potersi rigenerare e per ricominciare.
Il brano, disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download (dente.lnk.to/Adieu), sarà in rotazione radiofonica a partire dal 18 ottobre.

«Adieu è una canzone liberatoria che parla di andare via, di cambiare, di provarci, di lasciarsi alle spalle e di lasciarsi andare – dichiara DENTE – è una canzone naturale, quasi nuda, fatta di pochi e semplici accordi, scritta di getto e senza pensarci troppo su».

I due brani anticipano l'attesissimo album di inediti dell'artista emiliano, in uscita nel 2020!

Accompagnato dalla sua band, questo inverno DENTE sarà in concerto a MILANO e ROMA per due speciali appuntamenti di anteprima del tour 2020, prodotti da Massimo Levantini per Baobab Music & Ethics. Già sold-out la data milanese del 3 dicembre!

MARTEDÌ 3 DICEMBRE Santeria Toscana MILANO (SOLD OUT!)
GIOVEDÌ 5 DICEMBRE – Monk – ROMA

I biglietti della data romana sono disponibili in prevendita sul circuito TicketOne (bit.ly/DenteTour).

Giuseppe Peveri detto DENTE, nasce a Fidenza (PR) nel 1976. Poco più che adolescente, intraprende la sua avventura musicale come chitarrista dei Quic, passando per la band La Spina, con cui pubblica due album alla fine del secolo scorso, per poi intraprendere la carriera solista nel 2006. DENTE è uno dei più apprezzati cantautori italiani, un musicista che negli anni ha conquistato un pubblico sempre più numeroso e affezionato riuscendo a imporre il suo personalissimo linguaggio pop dai tratti essenziali e ricercati. Ad oggi ha pubblicato 6 album in studio, un Ep digitale e un libro. Ha collaborato con numerosissimi artisti del panorama italiano come Perturbazione, Arisa, Marco Mengoni, Le Luci della centrale Elettrica, Manuel Agnelli, Coez, Brunori s.a.s., Enrico Ruggeri e Selton.

martedì 8 ottobre 2019

A «BITALK» RAF E GLI ANNI DI PIOMBO

Cinque giorni tra teatro, cinema, musica, arte, e letteratura per raccontare, commentare e riflettere su un periodo storico cruciale della storia del nostro Paese. E' Bitalk, il festival "diffuso" che torna per la sua terza edizione dal 30 ottobre al 3 novembre tra i più bei luoghi del borgo pugliese di Bitonto (Bari), con un programma di eventi- per la maggior parte gratuiti- quest'anno dedicati al tema "dal '68 agli anni di piombo"
Dalla contestazione studentesca allo sbarco sulla luna, dalla nascita del movimento femminista al dilagare della musica rock, dal culto di Che Guevara fino alla pop art consacrata dal genio di Andy Warhol, il decennio dal 1968 al 1978, rappresenta un'ondata rivoluzionaria e creativa che anche in Italia segna un cambiamento politico e sociale senza precedenti.
In quest'ottica, Bitalk apre una finestra su un periodo tra i più controversi della storia italiana, sfociato in quegli anni tristemente noti come "anni di piombo", attraverso la testimonianza di personalità di spicco dello scenario culturale contemporaneo che li hanno vissuti, e gli scambi con il pubblico e le più giovani generazioni in un clima di grande informalità.
Gherardo Colombo, Vittorio Sgarbi, Pupi Avati, Omar Pedrini, Alessio Boni, Vauro Senesi, Giuliano Turone, Raf, Gianni Ciardo, Antonio Stornaiolo, Gabriella Labate, Cosimo Damiano Damato, Vladimiro Satta sono soltanto alcuni dei protagonisti del mondo dell'editoria, del cinema e della musica, invitati a riflettere, da angolazioni diverse,  sul modo in cui l'espressione artistica e culturale è stata influenzata dai grandi cambiamenti sociali dell'Italia di quegli anni.
Il festival si apre mercoledì 30 ottobre al Comvivium Sancti Nicolai, nel centro storico di Bitonto, con l'inaugurazione della mostra dell'artista e fotografo Giuliano Grittini dal titolo La cultura pop tra mito e bellezza: un'ode alla memoria attraverso personaggi mitici - in carne ed ossa, di fumetti o di film- che l'artista reinterpreta in chiave personale, destrutturati dalla propria immagine e ricostruiti alla luce di una poetica nuova e dirompente.
Per la prima volta sarà presentato al pubblico, nella stessa giornata di mercoledì 30 ottobre alle ore 21.00 al Teatro Traetta, La rivoluzione nell'anima, recital che vede protagonista la musica di Raf. La pièce, prodotta in esclusiva per Bitalk- è un omaggio al '68 e alle altre rivoluzioni per la libertà, sin dal suo titolo, tratto da un verso del brano James che il cantautore dedicò a Che Guevara. Volto e voce di un'istanza libertaria globale, l'icona del "Che" influenza molto della produzione musicale di Raf, giovane musicista negli anni '70 che dalla figura del rivoluzionario argentino trae gran parte dell'ispirazione delle sue canzoni più impegnate: da La prova a Che giorno è, da Il primo uomo ad Il re, da Assolti a Il senso delle cose. Questi brani più civili e "segreti", insieme alle canzoni "manifesto" Self Control, Battito animale e Cosa resterà, scandiranno il ritmo dei testi tratti dai diari giovanili dello stesso Che Guevara, da una inedita traduzione di Rivoluzione di Jack London, impreziosita da una riflessione di Erri De Luca e da altri scritti "rivoluzionari" del grande poeta napoletano, narrati da Cosimo Damiano Damato e recitati da Gabriella Labate.
Si affronterà anche il più buio capitolo della lotta armata degli anni settanta e delle stragi, che è stato oggetto di centinaia di libri pubblicati, film, e inchieste che dimostrano un diffuso e ancora vivo desiderio di sapere. Punto di partenza per il talk sul tema con l'ex magistrato Gherardo Colombo, e il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sarà Il libro dell'incontro, la prima pubblicazione nata dall'esperienza di una serie di incontri tra vittime e responsabili della lotta armata, a confronto con l'aiuto di tre mediatori: il padre gesuita Guido Bertagna, il criminologo Adolfo Ceretti e la giurista Claudia Mazzucato. Accostando una rigorosa riflessione metodologica alle vive voci dei protagonisti, alle lettere che si sono scambiati negli anni, e alle loro parole, il libro segna una svolta decisiva nella storia italiana che supera il radicale paradigma storico tra vittime e militanti, nella convinzione che né i processi né i dibattiti mediatici all'insegna della spettacolarizzazione del conflitto sono riusciti a sanare la ferita.
Spazio al cinema giovedì 31 ottobre, alle 20.00 al Teatro Traetta con il regista Pupi Avati, che proprio nel 1968 esordisce cinematograficamente con il suo primo film- la pellicola grottesca Balsamus, l'uomo di Satana- segnando l'inizio di una carriera tra le più interessanti e prolifiche del panorama italiano.
Sul versante delle arti visive, sarà invece Vittorio Sgarbi, alla Chiesa di S. Francesco La Scarpa alle ore 22.00, a coinvolgere il pubblico in un dialogo sul tema L'arte pop: pittori, poeti e contaminazioni. Da Warhol a Rotella, Schifano e molte altre storie, mettendo a confronto i grandi rappresentanti del movimento pop.
Protagonista di venerdì 1 novembre al Teatro Traetta alle ore 20.30, sarà la storica band Il Balletto di Bronzo, una vera e propria formazione pioniera della musica rock progressive nell'Italia degli anni '70. Formatasi a Napoli nel 1969- originariamente come quartetto composto da Raffaele Cascone (chitarra), Michele Cupaiolo (basso), Marco Cecioni (voce) e Giancarlo Stinga (batteria), cui si aggiunge il giovane e talentuoso tastierista Gianni Leone- il gruppo è tra i primi a portare in Italia l'ondata progressive, sulla scia delle band inglesi come King Crimson, Soft Machine, ELP, Gentle Giant, Genesis.
Tuttavia, appena pochi anni dopo nel 1973, la band si scioglie, dopo aver dato però alla luce l'album YS, una delle gemme del rock progressivo considerato ancora oggi una pietra miliare del genere. Negli ultimi anni una nuova veste ha riportato sul palco Il Balletto di Bronzo, che oggi è capitanato da due dei suoi storici componenti: Lino Ajello e Marco Cecioni.
Ancora un appuntamento con le pagine più misteriose della storia d'Italia, alle ore 21.00 al Comvivium Sancti Nicolai sarà la presentazione del libro, L'italia occulta del magistrato Giuliano Turone: un cumulo di fatti atroci maturati in un arco di tempo ristretto (1978-1980) e rimasti il più delle volte senza giustizia, qui recuperati e ricostruiti dal magistrato che nella sua carriera ha scoperto la P2, arrestato il boss di Cosa Nostra Luciano Liggio e rinviato a giudizio Michele Sindona.
Gli "anni di piombo", sono il focus anche della ricerca dello storico Vladimiro Satta, che sabato 2 novembre alle ore 21.00 al Comvium Santi Nicolai, presenterà il libro I Nemici della Repubblica. Storia degli Anni di Piombo, in dialogo con Pierpaolo Romani, coordinatore nazionale di Avviso Pubblico, l'associazione per la promozione della cultura della legalità democratica nella politica, nella Pubblica Amministrazione e sui territori da essi governati. 
Continuano anche gli incontri al Teatro Traetta, con Vauro Senesi, intellettuale da sempre impegnato nelle battaglie civili e profondo conoscitore del '68, che racconterà la sua personale rivoluzione culturale attraverso le tavole d'autore raccolte nel volume La zecca, dove la sua matita irriverente è un affondo alla politica e un invito all'umanità e ai grandi valori civili.
A seguire Gianni Ciardo, attore e mattatore della comicità made in Puglia, protagonista del teatro quanto del cinema di quegli anni, intratterrà il pubblico con una chiacchierata sul filo della memoria, accompagnato da Antonio Stornaiolo nel dietro le quinte di un periodo leggendario ed effervescente per il pubblico tanto quanto per gli addetti ai lavori.
Si chiude in bellezza, domenica 3 novembre al Teatro Traetta alle 21.30 con 66/67, lo spettacolo teatral-musicale, nato dal sodalizio artistico tra Alessio Boni e Omar Pedrini. 66/67 –unione degli anni di nascita rispettivamente dell'attore e del musicista- è un susseguirsi in scena di musica e visual, recitato e cantato per coinvolgere il pubblico con la poeticità di alcuni dei brani più potenti ed emozionanti della storia della musica (John Lennon, Lou Reed, Pink Floyd, Simon & Garfunkel, David Bowie, Bob Marley) molti dei quali tradotti in italiano e recitati da Boni per essere più facilmente comprensibili. Un teatro-canzone capace di tracciare un excursus su 40 anni di musica che hanno incantato più di una generazione.
Dal 31 ottobre per tutta la durata della manifestazione, si celebrerà il culto dei morti secondo la tradizione messicana del Dia de los muertos, festività dichiarata patrimonio immateriale dell'umanità dall'UNESCO. Nella quattrocentesca Torre Angioina l'artista messicana Yanira Delgado allestirà una tavola-altare con di più di 50 posti, circondata di luce, e colma di cibo, per ricordare i propri cari, attraverso una gioiosa convivialità fatta di musica, immagini e tanti ricordi. L'istallazione Siamo Polvere Di Stelle rappresenterà il giorno dei morti per celebrare la vita.
Profilo Instagram @Bitalksud

«SAPORE ITALIANO»: LA NOSTRA CUCINA NEL MONDO

Cosa c'è di meglio della cucina italiana per sentirsi a casa anche quando siamo lontani? I migliori ristoranti italiani del mondo à la carte arrivano nel nuovo programma "SAPORE ITALIANO," in onda in prima tv assoluta dal 22 ottobre alle 22:00 su FOOD NETWORK, canale 33.
Sapore Italiano è la prima trasmissione televisiva enogastronomica sviluppata da Condé Nast Italia in collaborazione con Discovery Italia e celebra l'eccellenza, in patria e all' estero, del cibo italiano, sinonimo di qualità, semplicità e autenticità, valori che da sempre sono nel DNA di La Cucina Italiana, il mensile di cucina più autorevole nel nostro Paese che quest'anno compie 90 anni.
Maddalena Fossati, direttrice de La Cucina Italiana e La Cucina Italiana International, e lo chef Emanuele Pollini hanno viaggiato per tutto il mondo per scoprire i migliori ristoranti italiani all'estero.

In ogni puntata di "SAPORE ITALIANO" i due esperti, hanno verificato la qualità di tre dei migliori ristoranti italiani nelle città di New York, Londra, Parigi e Los Angeles. Autenticità, stile, tradizione e innovazione sono i quattro parametri utilizzati da Maddalena ed Emanuele per giudicare i ristoranti visitati nella docu-serie. In base ai punteggi ottenuti, le tre location protagoniste di ciascun episodio potranno ottenere da 1 a 4 distintivi di eccellenza all'interno della loro guida.
«È stato fantastico scoprire quanta buona cucina italiana c'è in giro per il mondo e quanto ormai è parte della quotidianità di molti Paesi in Europa e negli Stati Uniti» commenta Maddalena Fossati.
"SAPORE ITALIANO" ci condurrà in un viaggio per i quartieri e i sapori di quattro metropoli, attraverso i racconti, gli aneddoti e le curiosità di Maddalena ed Emanuele, che aggiungeranno alla loro guida anche altri imperdibili tappe dal punto di vista enogastronomico e culturale.
"SAPORE ITALIANO" (6 episodi x 60') è un programma prodotto da Jumpcutmedia per Condé Nast Italia in esclusiva per Discovery Italia.

Il programma sarà disponibile anche su Dplay (sul sito dplay.com – o su App Store o Google Play).

Post più popolari

Lettori