Translate

sabato 18 febbraio 2017

MYSKY * A ME L'EPISODIO DI UNA SERIE TV ORMAI DURA COME LA TRILOGIA DI KIESLOWSKI

Relax, divano, telecomando e tecnologia.
Quanto ci ha cambiato la tecnologia. Hai presente i vecchi tempi, quando ti mettevi davanti al televisore e un film, salvo videoregistrazioni (dove spesso, causa sforamenti di palinsesto, si cannavano brutalmente i tempi, perdendo il finale), lo dovevi vedere in diretta e con attenzione dall'inizio alla fine, sennò te lo perdevi? Implacabile. Non c'erano distrazioni che tenessero. Allontanarti voleva dire addio al film.

Oggi, tra il MySky (sofisticatissimo e geniale aggeggio che consente di vincere ogni sfida temporale), tv on-demand e file digitali che recuperi ovunque, ti puoi permettere di vedere qualcosa senza l'assillo di perderla. Basta un rewind ed è fatta. Il problema per me (non so per voi) sta diventando l'eccesso di rewind.

Mi spiego meglio: sono sul divano e sto vedendo qualcosa, e mi squilla il telefono. Interrompo o lascio scorrere e poi torno indietro. Mi abbiocco per dieci minuti, mi risveglio e vado più o meno a dov'ero rimasto. Suona il citofono, c'è il portinaio col pacchetto: scendo, recupero e idem. Mi arrivano sullo smartphone due messaggi vocali di Whatsapp o mi interrompo per rispondere a qualcuno su Facebook. Lascio scorrere, o metto in pausa, e torno indietro.
È tutto bellissimo (fra l'altro adoro la tecnologia), ma così facendo a me ormai l'episodio di una Serie Tv dura come la trilogia di Kieslowski.

Nessun commento:

Video da non perdere

Loading...

Post più popolari

Lettori