giovedì 16 febbraio 2017

CARO TASSISTA (O TASSINARO), CREDIMI, MI SFORZO MA NON TI CAPISCO

La polemica dei taxi.
Caro #tassista o tassinaro (per citare un brutto film di Sordi),
avrai anche i tuoi problemi di iper-tassazione, non lo nego. Come tutti. E capisco che ti dia noia il fatto di perdere quote di mercato. Ma se salgo sul tuo mezzo qui a #Milano di norma mi trovo (appena seduto, notare) 4-6 euro da pagare sul tassametro. Mica va tanto bene. Con la stessa cifra noleggio un'#Enjoy o una #Car2Go, e faccio il viaggio di andata, salvo ingorghi. Altrettanti li spendo al ritorno e con 10-12 euro ne sono uscito. Con te lo stesso tragitto A/R me ne costa 30-32, di euro. Con #Uber suppergiù una ventina, se non vado errato, e c'è il plus del conducente.
Quindi capirai che se non uso la mia auto mi servo di te solo se ho un arto fratturato, sono fisicamente impedito, devo essere lasciato esattamente davanti a una porta a un orario preciso, oppure con l'app non trovo nessuna auto del #carsharing. Hai già molte opportunità di guadagno, a mio avviso.

Ora, spiegami perché, in un regime di libero mercato, i comuni o lo Stato dovrebbero bloccare gli altri tuoi concorrenti, e tutti dovremmo essere costretti a usare il tuo taxi? Spiegamelo, perché non ci arrivo.

Nessun commento:

Video da non perdere

Loading...

Post più popolari

Lettori