venerdì 30 marzo 2018

ANTONIO ALBANESE VIAGGIA «CONTROMANO» NELL'ITALIA DEL RAZZISMO

Antonio Albanese a Milano sul set di «Contromano».
«Contromano» è il nuovo film di Antonio Albanese (al centro nella foto in una pausa sul set al Bar dei Cherubini, a Milano), uscito ieri in 300 sale italiane.
Una cavalcata antirazzista che porta l'attore, nei panni del commerciante Mario, a rapire un ambulante di colore concorrente (vende calze sottocosto proprio all'ingresso del suo negozio) con l'intenzione di riportarlo in Senegal.

Gli altri due protagonisti sono Alex Fondja (Oba) e la bella Aude Legastelois, che da noi sono pressoché sconosciuti ma che hanno un ottimo successo di pubblico in Francia. L'immigrazione, che tanto spazio ha avuto anche in occasione della campagna elettorale per le ultime elezioni politiche, guadagna la scena con ironia. Tanto che, a quanto sembra, originariamente il film avrebbe dovuto intitolarsi in modo più netto: «A casa!», o «Tutti a casa!», ma poi - vista forse anche la maiuscola vittoria della Lega - si è optato per qualcosa di più sfumato, di più suggerito.


Nessun commento:

Post più popolari

Lettori