lunedì 12 marzo 2018

LO SPETTACOLO E L'OLTREPO' PAVESE VISTI DA ME

Franco Bagnasco a Santa Maria della Versa.
Le mie colline, le facce, la gente. Parole ruspanti, parole pronunciate spesso (rigorosamente) in dialetto oltrepadano. Non piacentino, eh, sia chiaro. Con quel vecchio campanilismo che alberga ovunque, figurarsi se non ha trovato terreno fertile tra le nostre orgogliose vigne. Tra Pinot e bonarda, più o meno in barrique. 

È stata una bella festa quella organizzata l'altroieri dalla Biblioteca di Santa Maria Della Versa per presentare il mio libretto, «Il peggio della diretta», uscito già un anno e mezzo fa per Mondadori Electa. Un'occasione per parlare dei dietro le quinte dello spettacolo raccontati dai protagonisti e per passare in rassegna anche i vecchi volti-simbolo di un paese che è il cuore dell'eno-cultura locale. 

Un'ora zeppa di ricordi e anche di sorrisi, che mi sono ritornati da una platea attenta e incuriosita. Ovviamente segue buffet. Perché la «cultura» (si fa per dire) va bene, ma un bel bicchiere di rosso e le torte di pastafrolla delle sciure del paese, non hanno rivali.

Nessun commento:

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

Post più popolari

Lettori